Il clientese – Lezione due

Yaaaaaaaaaaaaaaaaaaw…n…n…n.
‘mazza che sonno.

Allora, signori, l’altra volta abbiamo iniziato a studiare il sistema comunicativo dei clienti, oggi vorrei parlare di quanto me ne tornerei a casa, mi infilerei nel letto e dimenticherei senza problemi tutte le vostre facce coltivate a brufoli, ma lo stato non mi paga abbastanza per darvi questa gioia, così oggi vedremo altre frasi clientogene che vi permetteranno di districarvi nel meraviglioso ecosistema della clientela, o più semplicemente, di capire se per farvi pagare dovrete assumere un cecchino.

Il cliente vi ha appena esposto il suo desiderio di avere un sito bello a costi contenuti e in breve tempo, di voler essere primo su google e di possedere il materiale iconografico… Se a questo punto non vi passano per la mente immagini tipo “Cliente appeso al palmizzo come ospite d’onore alla festa dell’unità dei punteruoli rossi”, allora me dovete di’ in quale monastero vi siete diplomati, voglio tesserarmi. Altrimenti tranquilli, è nella norma. Adesso entriamo nei dettagli della grafica, perché voi, entusiastici quanto idioti web designer al primo css, avete deciso di farlo partecipare attivamente lasciandogli diritto di parola sulla scelta dei colori sia per il logo che per il sito.

“Voglio un logo, bello, elegante, però deve essere visibile, con la scritta grossa, rossa perché si deve vedere!”

Cosa capite voi: niente, siete rimasti flashati dall’immagine di questo logo assolutamente, totalmente, incontrovertibilmente nauseabondo!
Cosa intende lui: Proprio ciò che ha detto. Purtroppo è così.

“…e lo sfondo che risalti tutto!”

Cosa capite voi: “Un colore che accolga elegantemente le immagini e le scritte, che non faccia venire le cataratte agli utenti che visitano il sito.”
Cosa intende lui: “Giallo, giallo, giallo!!!”

“…e i caratteri devono essere carini…”

Cosa capite voi: “Un font leggibile, originale, che si adatti al tema del sito. Verdana per tutto il resto.”
Cosa intende lui: “Comics Sans. Per tutto.”

“…poi vorrei un effetto carino, sai per dare un po’ di movimento, così ti rimane impresso di più.”

Cosa capite voi: “Un’animazione delicata e sinuosa ad apertura di sito. “
Cosa intende lui: “Una gif animata che non si ferma nemmeno quando chiudi il sito, insomma, te la devi sogna’ de notte!”

“…Ah! E poi pure sui bottoni qualcosa che si muove e che cambia colore quando ci passi con la freccia!”

Cosa capite voi: “Un’effetto rollover in Html5 e Css3 è l’ideale!”
Cosa intende lui: “Altra gif animata! Megafono che si contorce come se avesse la diarrea a fischio!”

“…e le pagine di colori diversi…”

Cosa capite voi: “Colori che comunicano tra di loro pur avendo una personalità propria…”
Cosa intende lui: “Hai presente i teletubbies? Eh, quei colori lì voglio!”

“…e la musica. Voglio il jingle della pubblicità che ho mandato alla tv locale e alla radio!”

Cosa capite voi: “Non je la posso fa’, la musica no, te prego no!”
Cosa intende lui:La bella la va al fosso di Nanni Svampa!”

Knock Knock Knock!
Prego, entri pure…

“Professore’, scusi se la disturbo, ma dice che qua fuori ce sta la polizia… pare che un suo ex studente è stato arrestato per aver usato un cliente come straccio da spolvero dopo che questi gli aveva detto che alla moglie non piaceva niente di quello che era stato fatto sul sito! La polizia vole parla’ con lei, la faccio entra’?”

Cosa capisco io: “Oh cazzo, lo sapevo che la battuta sul cliente usato come swiffer era stata presa sul serio!”
Cosa intende la bidella: “Chissà come vengono lucidi banchi con la pelle di cliente… La devo troppo prova’!”

Tag: ,

L'autore

"Quella che fa i siti" per i clienti, Smanettona per se stessa e Web Designer per chi la sopravvaluta, Francesca o "Pikadilly" ha cominciato a lavorare in rete quando si è resa conto che le scorte di cibo erano drasticamente finite. Adesso sopravvive nella giungla del web bloggando improponibili esperienze legate al difficile rapporto con la clientela e cercando di convincere il mondo che l'essere smanettoni è una cosa serissima.

Sito web dell'autore | Altri articoli scritti da

Articoli correlati

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli:

8 commenti

  1. Nicola Amatucci
  2. Sara

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback disponibili per questo articolo

Lascia un Commento