“Le faremo (forse) sapere”: perché rispondere a un cv?

Ti ricordi quanti curriculum hai spedito fino ad oggi? Ricordi anche quante risposte hai ricevuto? L’attesa della mail è lunga e spesso snervante: come tutti avrai ricevuto pochi feedback. Ma tu sapresti fare meglio?

Oramai sai bene come presentarti al meglio nel mercato del lavoro: su YIW sono nate diverse discussioni per dimostrare la tua professionalità e lasciare un’impressione positiva, culminate ad oggi nell’interessante Seminario del 26 Novembre, dove Sara ti ha illustrato come diventare un brand di successo.

Un giorno ti capiterà però di metterti dalla parte opposta e ricevere un curriculum, sia che tu sia un freelance o che rappresenti un’agenzia. Come ti comporterai?

La prima volta non si scorda mai.

Arrivi in ufficio, apri il computer come ogni mattina, scarichi la posta e mentre sorseggi un delizioso caffè (rigorosamente amaro) filtri le diverse mail. Ti accorgi ad un certo punto che  tra un cancella, un rispondi e un inoltra, è arrivata una mail diversa dal solito: non è spam… non è un cliente… è un Curriculum Vitae!

“Salve sono Carlo, ho 23 anni, sono un grafico con esperienza CS5 e adoro la creatività: spero di poter collaborare con voi”.
Dopo un primo impatto che ti lascia leggermente stordito, rileggi con molta curiosità tutto ciò che ti ha mandato il ragazzo: lavori, esperienze lavorative, speranze nel futuro. Certo il tuo è più bello, ma apprezzi lo sforzo.

Leader nel mercato…o no?

La prima reazione dopo aver rivoltato più volte la mail è l’improvvisa comparsa del tuo orgoglio, perché Carlo, che consideri oramai come un figlio adottivo, ha scritto proprio a TE che hai un sito bellissimo e sei un fantastico creativo.
Il minuto di gloria passa rapidamente, perchè ti accorgi che sei uno dei 50 contatti inseriti in Cc nella mail.

Finisci di bere il caffè (più amaro che mai), cancelli la mail e prosegui la giornata lavorativa. Non sentirai mai più parlare di Carlo.

Attenzione: questo potrebbe rivelarsi un errore. rispondi sempre a questo genere di mail. Se non puoi subito, fallo la sera stessa o il giorno dopo. Ma fallo. Come sai, ricevere una risposta in questi casi, anche se negativa, può far crescere la professionalità del tuo brand: non hai la certezza che nel futuro tu non abbia bisogno proprio di Carlo. Oppure il contrario.

L’arte dell’organizzazione.

Col passare del tempo, il tuo portfolio cresce, la tua mail vola nel cyberspazio e così inizi a ricevere sempre più spesso nuovi CV. Soprattutto in tempi più difficili (chiamala “crisi” se preferisci) le email con richieste di collaborazione ed assunzione aumentano, così come il tempo da dedicare alle tue risposte: può essere che nella pianificazione giornaliera dovrai ritagliarti un piccolo spazio dedicato.

Se non hai intenzione di iniziare una collaborazione per il momento, per i più diversi motivi, per velocizzare l’operazione puoi creare una frase tipica personalizzata da poter includere in ogni risposta. Un consiglio: non sei un’agenzia dedicata alle offerte di lavoro, quindi evita la creazione di una mail dedicata ai curriculum (es. job@dominio.it) con tanto di autorisposta. Prima di scrivere leggi le mail e sfoglia i relativi progetti, impari sempre qualcosa dagli altri.
Per aiutarti, un semplice esempio di mail potrebbe essere questo:
“Grazie ZYX di avermi inviato il tuo interessante curriculum. Non mi è possibile assumere al momento, ma archivio il tuo contatto in caso di necessità future”.

Già. È opportuno archiviare in una cartella dedicata i cv interessanti. Per fare questo, individua e cancella coloro che non fanno al tuo caso:

  • chi è distante anni luce con il nostro settore lavorativo (via 5 email);
  • chi ti ha scritto 3452 volte in 2 giorni: spam, spam, spam! (via 2 contatti moltiplicati per 3452 email);
  • chi proprio non ti ha impressionato con i propri progetti (via 10 buoni tentativi).

È probabile che qualche errore di valutazione tu lo possa fare, ma il mercato è sempre in movimento e tu assieme ad esso.

I contatti che ti sono rimasti sono una buona risorsa. Lo sai perché?

Il futuro inizia da qui.

Arriverà il momento in cui avrai bisogno di un aiuto professionale per affrontare un progetto più complesso e, se non hai troppa urgenza, l’aver archiviato dei buoni contatti ti permetterà di avere già una base di partenza da approfondire, facendoti risparmiare del tempo. È vero, puoi fare una richiesta specifica nel momento del bisogno, pubblicando il tuo annuncio in forum dedicati o nei social network, ma se hai già una buona organizzazione il lavoro da fare sarà più rapido.
Bene, sei quindi pronto alla fase successiva: in bocca al lupo per la giusta scelta! (anche se è un caso sfortunato, ti consiglio di leggere questo articolo di Nando).

Conclusioni

Se non lavori in una grossa agenzia, dove ogni persona ha un suo ruolo ben preciso, sai bene che la cura della tua immagine deriva soprattuto da te. L’esperienza e il tempo ti insegneranno ad affinare molti particolari, permettendoti di instaurare una comunicazione efficace tra te e i tuoi destinatari.
Quindi inizia rispondendo alla persona che ti ha spedito il suo cv, può offrirti delle occasioni che nemmeno immagini. Ci avevi mai pensato?

Tag: ,

L'autore

Co-founder dello studio grafico Kina, trascorre le sue giornate imparando dal mondo above e below the (internet) line, fondendo curiosità grafica con passione tecnologica. Sempre accompagnato dalla fidata tazza di caffè rigorosamente amaro.

Sito web dell'autore | Altri articoli scritti da

Articoli correlati

29 commenti

  1. Tiziano Basile

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback disponibili per questo articolo

Lascia un Commento