WooCommerce: 5 plugin ispirati ad Amazon per aumentare le vendite

L’innovazione e il coraggio di sondare sentieri sconosciuti sono molto importanti in ogni cosa, compreso il marketing.

Ma sperimentare vuol dire rischiare e spesso fare investimenti che potrebbero non ripagare.

Per questo motivo, prima di correre dei rischi è bene sfruttare tutte quelle strategie che si sono già dimostrate efficaci, imparando da chi è venuto prima di noi.

E se parliamo di vendite online, non possiamo non prendere ad esempio uno dei leader del settore: Amazon.

In questo articolo andremo a vedere 5 strumenti e funzioni implementati da Amazon che puoi utilizzare nel tuo negozio per aumentare le vendite.

1. Sfrutta il cross-selling con una sezione “Spesso comprati insieme”

Sezione spesso comprati insieme

Il cross-selling spinge un cliente a comprare più prodotti, proponendogli articoli correlati a quello che sta osservando.

Infatti su Amazon si trovano di continuo delle sezioni con scritto “Spesso comprati insieme” oppure “Gli utenti che hanno comprato questo articolo hanno comprato anche…” e la domanda che sorge spontanea è: funziona? E se sì, perché?

Per quanto riguarda la sua efficacia, basti pensare che al momento della sua integrazione su Amazon si è osservato un aumento delle vendite del 29%. E non si parla di spiccioli, si parla di un aumento delle entrate di 2.9 miliardi di dollari.

Ma perché questa funzione è così efficace? Beh, la spiegazione ci viene data da Robert Cialdini, psicologo sociale famoso in tutto il mondo per le sue teorie di marketing.

Tra i vari processi inconsci che Cialdini ha scoperto, c’è il Principio di Riprova Sociale. Secondo questo principio, se un evento vede la partecipazione di molta gente o se un oggetto viene comprato da tante persone, automaticamente ai nostri occhi quell’oggetto acquisisce un valore maggiore.

Il desiderio inconscio di appartenere alla massa è talmente radicato nella nostra mente che condiziona le nostre azioni ogni giorno (basti pensare al gesto instintivo di osservare gli altri quando non si sa cosa fare) e spiega l’efficacia di questo strumento.

Mostrando gli oggetti che gli altri hanno comprato, fa scattare automaticamente nella mente del cliente il desiderio di comprarli anche lui. Inoltre, ricorda agli utenti i prodotti di cui hanno bisogno senza che debbano cercarli nuovamente in futuro (e quindi non è detto che se lo faranno in futuro, decidano di rivolgersi al tuo store).

Tanto per fare un esempio, pensa di comprare una videocamera: in quel momento potresti non pensarci ma hai bisogno di una scheda di memoria, della custodia, del trepiedi, etc. Se ti vengono mostrati subito, è molto probabile che li comprerai tutti insieme.

Pro tip: se utilizzi WooCommerce puoi implementare questa funzione con il plugin WooCommerce Frequently Bought Together.

2. Permetti ai tuoi clienti di trovare velocemente quello che cercano

Ricerca veloce

La barra di ricerca è una componente essenziale per un sito, tanto che se non ne trovassimo una ci sentiremmo spaesati.

La barra di ricerca permette una navigazione semplice e veloce, rispondendo immediatamente alle domande del cliente.

Spesso però non basta piazzare una barra di ricerca in home e pretendere che venga utilizzata. Come ogni strumento può essere perfezionata e migliorata per incrementarne l’efficacia.

E questo è quello che ha fatto Amazon: la sua barra di ricerca non è uno strumento statico, ma viene personalizzato dalle scelte del cliente, semplificandogli la navigazione.

In che modo? È possibile, ad esempio, implementare l’autocompletamento della frase, in modo che se il cliente conosce solo una parte del nome del prodotto che cerca, può comunque trovarlo.

È utile anche mostrare il percorso del prodotto con le varie categorie e sotto-categorie, in modo che sia possibile allargare e stringere la ricerca in base alle proprie esigenze.

E infine può essere una buona idea inserire un margine di tolleranza degli errori e dei simboli, così che se il cliente sbaglia una lettera trova comunque il prodotto che cercava.

Non dobbiamo dare per scontato che tutti i clienti che navigano nel nostro negozio, compreranno effettivamente qualcosa. Purtroppo è l’esatto opposto: il tragitto tra l’ingresso nel sito e l’acquisto del prodotto miete quasi l’80% dei potenziali clienti ed è nostro compito rendere il tutto più veloce e semplice possibile.

Pro tip: se vuoi offrire su WooCommerce un sistema di ricerca avanzato per il tuo negozio, puoi utilizzare il plugin WooCommerce Ajax Search per migliorare l’efficacia della tua barra di ricerca.

3. Rispondi alle domande prima che vengono fatte – Q&A

Domande e risposte

C’è un aspetto dei prodotti su Amazon che ci rassicura ogni volta che andiamo a comprare un oggetto: il sistema di domande e risposte.

Su Amazon in particolare, dato che conta milioni di acquirenti, ma su qualsiasi sito è importante rispondere alle domande dei nostri clienti… prima che vengano fatte.

Non ti preoccupare: questo non significa che tu debba imparare a leggere nella mente delle persone o prevedere il futuro, ma una sezione Q&A nella pagina del prodotto è essenziale per risolvere quei dubbi che potrebbero minare un acquisto.

Pensaci: se vuoi essere sicuro di quello che stai comprando cosa fai? Leggi le recensioni e le risposte alle domande più frequenti. E nel remoto caso in cui avessi ancora dei dubbi, porresti tu stesso una domanda, in attesa che gli altri clienti o il venditore stesso ti diano una risposta.

Perché implementare una sezione Q&A e non fare tutto tramite email? Per vari motivi:

  • Snellisci il tuo carico di lavoro nell’assistenza clienti, in quanto una volta che una domanda è stata posta, la risposta sarà visibile per tutti.
  • Permetti ai tuoi clienti di rispondere alle domande, risparmiando ore di lavoro e ottenendo un potente mezzo persuasivo: nessun parere positivo è migliore di quello di chi non guadagna niente dalla vendita.
  • Una risposta immediata è spesso l’unica importante: se un cliente riceve una risposta al suo dubbio dopo mezz’ora, potrebbe già aver comprato altrove quello che cercava.
  • Più domande e più risposte = più persone che hanno comprato l’oggetto, andando a sfiorare ancora una volta il Principio di Riprova Sociale.

Non c’è quindi da stupirsi se Amazon ha introdotto questa sezione nelle pagine di ogni suo prodotto.

Pro tip: se utilizzi WooCommerce per il tuo negozio, puoi implementare questa funzione con il plugin WooCommerce Questions and Answers.

4. Permetti ai tuoi clienti di completare l’acquisto in un secondo momento

Completa l'acquisto dopo

Non è detto che quello che i tuoi clienti aggiungono al carrello, finirà tra le loro mani. Infatti molti acquisti rimangono inevasi. Perché?

Le cause possono essere varie: il cliente può aver trovato difficoltà durante il processo di checkout, può avere avuto problemi di linea, la sua carta non è stata accettata, etc.

In tal caso il cliente si ritrova con un oggetto nel carrello che non può acquistare e, per acquistarne altri, è costretto a rimuoverlo e perderlo nuovamente nei meandri del tuo negozio.

Una cosa del genere non è proprio positiva, perché:

  • Non hai nessuna garanzia che il cliente cercherà nuovamente quell’oggetto per comprarlo, perdendo di fatto quella vendita.
  • Aumenta il malcontento tra gli utenti perché si ritrovano costretti tra non fare altri acquisti o se rinunciare al prodotto che avevano trovato dopo una così attenta ricerca.

Quindi che fare per evitare questa specie di “stallo alla messicana”?

Il modo migliore è quello di dare la possibilità al cliente di spostare l’oggetto dal carrello in un’altra lista che rimane comunque visibile nella pagina carrello (al contrario, ad esempio, della wishlist).

In questo modo il cliente non perde l’oggetto che aveva trovato ma lo mette da parte per poterlo acquistare quando ne avrà la possibilità.

Pro tip: se utilizzi WooCommerce per il tuo negozio online, puoi integrare questa funzione con il plugin WooCommerce Save for Later.

5. Velocizza il processo di checkout

Salva gli articoli per dopo

Infine devi stare attento a non perdere i clienti proprio in dirittura d’arrivo, infatti di tutti gli utenti che iniziano il processo di checkout, solo il 12% lo completa!

Certo, possiamo capirlo: chi ha voglia di perdere tempo con form da compilare quando Amazon mi permette di comprare quello che voglio con un click? Perché gli altri negozi non possono fare lo stesso?

Beh, in realtà possono e devono farlo, se vogliono salvare almeno una parte di quell’88% di utenti che si perde durante il processo di checkout.

In un precedente articolo abbiamo visto come rendere semplice il checkout per i nuovi consumatori, ma quando si parla di clienti che hanno già compiuto un acquisto questo processo deve essere immediato.

Un vecchio cliente ha già una volta compilato tutti i campi necessari all’acquisto e se si trova davanti questa schermata ogni volta che deve effettuare un acquisto, comincia a formarsi in lui la sensazione di stare perdendo del tempo prezioso.

Mai far nascere nei tuoi clienti dei pensieri negativi verso il tuo negozio! Fortunatamente per evitare questo pensiero in particolare basta rendere immediato il processo di checkout, riducendo sensibilmente il tasso di abbandono.

Se utilizzi WooCommerce, puoi implementare facilmente questa funzione con il plugin WooCommerce One Click Checkout.

Con questi 5 passi ti sei avvicinato a una realtà enorme come quella di Amazon: l’errore più comune è quello di considerare irraggiungibili certi risultati ma i leader del mercato come Amazon e Aliexpress non sono costruiti con la magia.

Sono stati creati migliorando scrupolosamente ogni loro aspetto, così come potresti cominciare a fare anche tu implementando questi piccoli accorgimenti sul tuo e-commerce.

Tag: ,

L'autore

Copy per vocazione, adoro i meccanismi perversi della mente e conquisterò il mondo con i miei racconti.

Sito web dell'autore | Altri articoli scritti da

Articoli correlati

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli:

Lascia un Commento