Il cliente non paga? Ecco 10 trucchi per farti pagare

Il cliente non paga? Chiede troppo? Ci fa pentire di averlo incontrato? È un tema sul quale ci siamo soffermati molto spesso. E molto spesso ci siamo confrontati per costruire un’esperienza condivisibile o acquisire qualche informazione utile per gestire clienti problematici.

Il punto è proprio questo: l’informazione. Se ogni freelance avesse l’informazione giusta al momento giusto sulla persona che ha di fronte, forse potrebbe evitare sprechi di tempo e risorse.

Un cattivo pagatore, per esempio, non ci farebbe prodigare più di tanto. Al massimo, possiamo accettare il lavoro con pagamenti anticipati. Ma come facciamo a saperlo? E se poi ci capita un buon cliente? Non potrebbe dare fastidio un approccio troppo cautelativo?

Diciamo subito che la prudenza non è mai troppa e che la diligenza contrattuale del buon padre di famiglia in questi casi fa sempre bene. Le cose vanno fatte in un certo modo. E il contratto tra un freelance e il suo cliente è ciò che non deve mai mancare in un rapporto serio e professionale.

Detto questo, tuttavia, c’è una piccola guida sull’argomento che vorrei segnalarti. Si chiama “10 trucchi per farsi pagare ed evitare mancati pagamenti”, ed è stata prodotta per noi da VirtuBuzz, una piattaforma che permette di acquisire informazioni sulle relazioni commerciali tra imprenditori e freelance e i loro rispettivi clienti. In altre parole, se Tizio è un cattivo pagatore ed è già una “carta conosciuta” dalla community di VirtuBuzz, puoi saperlo prima e regolarti di conseguenza.

La guida puoi scaricarla gratuitamente dal nostro store su questa pagina. È una lettura facile e veloce, ma molto utile. Vale la pena di farla.

Tag:

L'autore

Scrittore freelance ed esperto di content marketing. La sua filosofia è che tutti, grazie al web, possono lavorare in modo più intelligente e proficuo. E soprattutto in modo più autentico. Basta sapere come fare. Da febbraio 2013 ha deciso di accettare una nuova sfida e di entrare nel team di Your Inspiration per curare l’organizzazione e la produzione di contenuti, nonché il copy e la comunicazione aziendale.

Sito web dell'autore | Altri articoli scritti da

Articoli correlati

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli:

2 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback disponibili per questo articolo

Lascia un Commento