Come spostare WordPress senza fare danni

WordPress è ormai entrato nella vita quotidiana di noi Web Developer: possiamo utilizzarlo per lavori di diversa portata perché si tratta di un CMS ormai stabile e testato, che ha saputo rivoluzionare il nostro modo di lavorare.

Come sapete, una cosa che accomuna più o meno tutti i nostri lavori con WordPress è che lo sviluppo difficilmente avviene sul server o sul dominio dove il lavoro dovrà effettivamente trovarsi quando sarà consegnato.

Se volete sapere come fare a spostare i file di WordPress da un server all’altro (o da una cartella all’altra) o come modificare le url di un vostro lavoro nel modo migliore, allora questo è l’articolo che stavate aspettando.

Dato che vi ho già accennato che è possibile ricadere in differenti situazioni quando si parla di spostare un’installazione WordPress, proviamo ad analizzarle con calma una per una.

Quando il nome dominio e le URL cambiano

Questa è probabilmente la situazione più probabile, spesso iniziamo a lavorare in locale o su un hosting temporaneo, per poi passare a quello che il cliente ha richiesto.

Dividiamo questa categoria in due sottocategorie:

  • Quando restiamo sullo stesso server, ad esempio quando dobbiamo spostarci da www.example.com/beta a www.example.com.

  • Quando cambiamo server, ad esempio dobbiamo spostarci da www.example.com a www.myexample.com.

Vediamoli singolarmente.

Sul medesimo server (da una directory all’altra)

Il processo può sembrare lungo, ma vi assicuro che non è affatto complesso.

  1. Preparare la nuova cartella che deve ospitare l’installazione di WordPress.

  2. Loggarsi nel pannello WordPress del nostro sito e andare in Impostazioni > Generali

  3. Nel campo Indirizzo WordPress (URL) inserire l’indirizzo di destinazione di tutti i file WP del nostro sito.

  4. Nel campo Indirizzo sito (URL) inserire il nuovo indirizzo della home del nostro sito (che il più delle volte coincide con l’indirizzo precedente).

  5. Ricordatevi di salvare i cambiamenti.

  6. Adesso potete spostare tutti i file della nostra installazione WP (come nell’esempio precedente, spostiamo da www.example.com/beta a www.example.com).

  7. Adesso provate a loggarvi al vostro pannello di amministrazione, nel nostro ipotetico caso andiamo all’indirizzo www.example.com/wp-admin/. Potreste non riuscire a  ad accedere da qui, in tal caso andare in www.example.com/wp-login.php.

  8. Adesso dovreste ripristinare le impostazioni dei vostri permalink, per farlo cambiate i permalink attuali e salvate le impostazioni, poi riportateli allo stato che preferite e salvate nuovamente, questo aggiornerà il file htaccess.

  9. Link a immagini o altri file potrebbero ancora riferirsi alle vecchie url, per ripristinare questa situazione vi consiglio di usare i tool che sono riportati nella  documentazione ufficiale di WordPress. Il plugin  Velvet Blues Update URLs, o il tool search and replace. Ovviamente potreste farlo manualmente collegandovi al db, ma credo sia inopportuno dirvi quanto sia sconsigliato.

  10. In alcuni casi i permessi sui file potrebbero non essere più quelli giusti, assicuratevi (magari collegandosi con un client ftp) che i permessi sui file siano impostati a 0644 e quelli sulle cartelle a 0755.

  11. Se il tema che state utilizzando supporta i menu alcuni link potrebbero puntare ancora a indirizzi errati, quindi bisogna andare nel pannello dei menu e assicurarsi che questi abbiano le giuste url.

Importante: Se stato lavorando su macchine che sfruttano la tecnologia MAMP, qualche volta potrebe essere necessario dover riavviare il server affinchè tutto funzioni correttamente.

Importante (2): Ricordarsi di cambiare gli indirizzi nel pannello prima di spostare i file!

Nel caso in cui per una (grande) distrazione dimenticaste di cambiare gli indirizzi prima di spostare i file non dovete comunque pensare che tutto sia perduto:

  • Se avete accesso al database potete aprire la tabella wp_opq1tions e modificare manualmente i valori che troverete sotto i nomi di siteurl (si riferisce a dove si trova il core di wp e dovrebbe essere il primo campo della tabella) e home (dovrebbe trovarsi intorno al campo 35 ed ovviamente avete capito a cosa si riferisce). Una volta fatto queste modifiche potete continuare con la lista di passaggi che vedete sopra.

  • Se non avete accesso al database potete sempre riportare i file nella locazione originale e ripetere il processo.

Da un server all’altro

Quando si sposta un’intera installazione di wordpress da un server all’altro, dato che bisogna fare il download e successivamente l’upload di tutti i file sarebbe buona cosa fare prima di tutto un backup sia dei file che del database.

Dopo esserci assicurati di avere copie di sicurezza possiamo procedere:

  1. Modificare gli indirizzi del sito nel pannello di amministrazione come spiegato in precedenza.

  2. Scaricare tutti i file che compongono il sito e modificare il file wp-config.php affinché sia conforme al nuovo server.

  3. Collegarsi al pannello del db ed esportarlo.

  4. Fare l’upload sul nuovo server di tutti i file scaricati ed importare il db.

  5. Assicurarsi che tutto sia a posto partendo dal punto 7 della precedente lista.

Importante: Con questo procedimento l’installazione di destinazione del nostro wp non funzionerà più correttamente.

Quando il nome di dominio e le URL non cambiano

Questa è indubbiamente la situazione più semplice ma forse anche quella in cui ci ritroviamo meno spesso.

I passi da seguire sono pochi e semplici:

  1. Per prima cosa bisogna ovviamente copiare i file dall’hosting di origine su quello di destinazione, e quindi copiare anche il database

  2. Se il nome  o l’indirizzo del DB o i dati dell’utente sono differenti bisogna cambiare questi valori all’interno del file wp-config.php che troviamo all’interno della root del nostro sito wordpress.

In conclusione

Abbiamo visto come spostare un’installazione wordpress in più o meno tutti i casi che ci possono capitare durante le nostre esperienze.

Spero che abbiate apprezzato l’articolo e di essere stato abbastanza chiaro nell’esposizione, per dubbi o incertezze resto a disposizione (per quanto posso) nei commenti.

Master per Web Designer Freelance
In tutti questi anni abbiamo ricevuto centinaia di richieste di approfondimento sulle numerose tematiche del web design vissuto da freelance. Le abbiamo affrontate volta per volta. Ma ci siamo resi conto che era necessario fare qualcosa di più. Ecco perché è nato One Year Together, un vero e proprio master per web designer freelance che apre finalmente le porte al mondo del lavoro.
Scopri One Year Together »
Tag: , ,

L'autore

Diviso tra informatica e illusionismo, Antonio è un appassionato WebDeveloper freelance che ama mettersi alla prova con sfide sempre più stimolanti. Dalla mentalità imprenditoriale e dal pensiero "outside the box", è stato sedotto da Wordpress, Bootstrap e Laravel, divenute ormai le sue tenere amanti, aiutandolo a realizzare ogni progetto in maniera intelligente e ben curata.

Sito web dell'autore | Altri articoli scritti da

Articoli correlati

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli:

20 commenti

  1. H3lL0wEeN
    • massimo
  2. Lorenzo
  3. andrea
  4. Mira Steward
    • Lorenzo
  5. massimo

Trackback e pingback

  1. » WP da sottocartella a root
    […] […]

Lascia un Commento

Current day month ye@r *