Guida HTML5: la struttura

Indubbiamente, il maggior cambiamento introdotto dall’HTML5 rispetto alla precedente versione è il modo di strutturare la pagina.

Molti elementi di markup sono stati aggiunti e altrettanti modificati: l’inflazionato <div> ha lasciato il posto a tag molto più specifici come <header>, <footer>, <nav>, <article>, <section>.

Nel corso di questo capitolo ci occuperemo proprio di approfondire il discorso riferito a tali elementi e di creare, con essi, l’elementare struttura di una pagina.

Header & Footer

Chi ha conoscenze di HTML4, probabilmente, avrebbe disegnato l’header di una pagina in questo modo:

<div class="header">
     <h1>Il nome del mio sito</h1>
     <h2>un eventuale sottotitolo</h2>
</div>

Bene, le cose non sono poi state stravolte così tanto! Semplicemente il nuovo tag <header> sostituisce il <div> evitando tra l’altro, in questo modo, di dover specificare una classe specifica. Ad esempio:

<header>
     <h1>Il nome del mio sito</h1>
     <h2>un eventuale sottotitolo</h2>
</header>

Ovviamente in questo caso, anziché riferirci, nel documento CSS, alla classe header, ci riferiremo direttamente all’elemento header:

header {
	background-color: #C3C3C3;
	width: 100%;
	height: 150px;
}

Pressoché lo stesso concetto vale per il footer. Il div che molti di noi componevano in questo modo:

<div class=”footer”>
 	     <p>copyright 2013 - azienda spa - +39 081 00 00 000 - info@informazioni.com</p>
</div>

ora diventa:

<footer>
                 <p>copyright 2013 - azienda spa - +39 081 00 00 000 - info@informazioni.com</p>
</footer>

Article & Section

Le nuove pagine HTML5 contengono, sempre più spesso, grandi blocchi di testo; basti pensare agli articoli di un blog o alle news su un sito d’informazione.

Anche in questo caso, il semplice <div> è stato sostituito con il più consono <article>.

Esso rappresenta, appunto, un corposo blocco al cui interno possono essere utilizzati altri elementi strutturali quali <header> e <footer>.

Per capire meglio, formuliamo un esempio:

<article>
     <header>
          <h1>Questo è il titolo dell’articolo</h1>
     </header>
     <p>Questo è una riga di contenuto</p>
     <p>Questa è una seconda riga di contenuto</p>
     <p>... e così via</p>
     <footer>
          <p>tratto da libro dei libri di autore - copy 2013</p>
     </footer>
<article>

Il tag <section>, invece, rappresenta una generica sezione del documento come, ad esempio, un capitolo all’interno di un articolo, la cui struttura definitiva potrebbe apparire così:

<article>
     <header>
          <h1>Questo è il titolo dell’articolo</h1>
     </header>
     <section>
          <h1>Capitolo 1</h1>
          <p>Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Mauris rutrum purus tincidunt quam posuere, in placerat eros viverra. Proin dictum, nisi vitae ultricies gravida, eros dolor facilisis ante, id sagittis justo mi non libero. Aenean venenatis nunc et mattis cursus ...</p>
      </section>
      <footer>
           <p>tratto da libro dei libri di autore - copy 2013</p>
      </footer>
</article>

Aside

In alcune pagine potrebbe essere utile, inoltre, disporre di una colonna laterale.

A tal proposito l’HTML5 ha introdotto il tag <aside> che serve, in linea generale, ad ospitare il contenuto correlato a quello principale.

Ad esempio:

<aside>
     <h1>Archivio</h1>
     <ul>
          <li><a href="#">Gennaio</a></li>
          <li><a href="#">Febbraio</a></li>
          <li><a href="#">Marzo</a></li>
     </ul>
</aside>

sarebbe un esempio adatto a mostrare come una barra laterale creata con <aside> contenga una navigazione seconda che, essendo tale, non è racchiusa in un tag <nav>.

Nav

Come abbiamo appena accennato, un altro fondamentale elemento presente nella maggior parte della pagine HTML, è la navigazione. Il nuovo tag <nav> non fa altro che racchiudere al suo interno una lista di link, generalmente quelli legati alla navigazione principale della pagina. Potremmo, ad esempio, comporre una navigazione come questa:

<nav>
     <ul>
          <li><a href=”#”>link1</a></li>
          <li><a href=”#”>link2</a></li>
          <li><a href=”#”>link3</a></li>
     </ul>
</nav>

Come puoi vedere, il classico elenco puntato composto dai tag <ul> e <li> è rimasto invariato, così come, ovviamente, il tag <a> che comprende l’URL a cui punta il link.

Compatibilità

È ora venuto il momento di confrontarci con i browser più datati e con le loro limitazioni!

Essi, infatti, non riconoscono i nuovi elementi semantici come elementi di blocco e non gli attribuiscono la giusta formattazione, ovvero non li visualizzano su linee separate e con specifici margini.

Fortunatamente la soluzione a questo inconveniente è abbastanza semplice; basta aggiungere, al nostro documento CSS, questo codice:

article, aside, figure, figcaption, footer, header, hgroup, nav, section{
	     display: block;
            }

Così facendo si ottiene una forzatura dei vecchi browser, spingendoli a questo tipo di visualizzazione.

Ovviamente quest’ultimo codice non avrà alcun tipo d’influenza sui nuovi browser poiché implicitamente attribuiscono display:block; come standard.

Purtroppo questo escamotage non funziona con Internet Explorer 8 e versioni precedenti, per i quali è necessario aggiungere un JavaScript condizionale:

<!--[if lt IE 9]>
     <script src="http://html5shim.googlecode.com/svn/trunk/html5.js"></script>
<![endif]-->

che forzerà IE a riconoscere come validi tutti i nuovi tag strutturali dell’HTML5.

Esempi di diverse strutture

Come hai potuto intuire, i tag <header> e <footer> possono essere impiegati in molteplici modi, così come l’intera pagina può essere plasmata in svariati modi.

Ecco un esempio di due differenti composizioni con i nuovi elementi semantici:

struttura1

struttura2

Nella parte conclusiva dell’articolo, puoi scaricare l’archivio .zip contenente il codice sorgente completo di entrambe le strutture.

Conclusioni

Ricapitolando, le principali caratteristiche di ogni elemento semantico fino ad ora conosciuto, sono:

article – specifica un contenuto separato e indipendente dal resto del sito, ad esempio: post di un blog o di un forum, commento, news;

nav – racchiude i link che rappresentano, esclusivamente, la navigazione principale;

aside – rappresenta una porzione di contenuto correlato al principale e non indipendente, ad esempio una sidebar;

header – definisce il contenuto introduttivo di un documento, di una sezione o di un articolo. È possibile che più elementi header siano presenti in un unico documento;

footer – definisce il piè di pagina di un documento, di una sezione o di un articolo, generalmente contiene informazioni circa l’autore del documento, informazioni riguardo il copyright, links ai termini d’utilizzo o ai contatti. È possibile che più elementi footer siano presenti in un unico documento;

Nel corso del prossimo articolo faremo la conoscenza di altri, fondamentali, elementi semantici, quali <hgroup>, <figure> e <figcaption>; inoltre, approcceremo all’innovativo sistema denominato outlining.

Ti ricordo, inoltre, che puoi scaricare il codice completo della lezione da questo link.

GUIDA HTML5: GLI ARTICOLI
1) Guida HTML5:Introduzione
2) Guida HTML5: la prima pagina
3) Guida HTML5: la struttura
4) Guida HTML5: Immagini e outlines
5) Guida HTML5: nuovi elementi semantici
6) HTML5: Il canvas – Parte 1

Master per Web Designer Freelance
In tutti questi anni abbiamo ricevuto centinaia di richieste di approfondimento sulle numerose tematiche del web design vissuto da freelance. Le abbiamo affrontate volta per volta. Ma ci siamo resi conto che era necessario fare qualcosa di più. Ecco perché è nato One Year Together, un vero e proprio master per web designer freelance che apre finalmente le porte al mondo del lavoro.
Scopri One Year Together »
Tag: ,

L'autore

Da sempre appassionato di nuove tecnologie, guadagno il pane quotidiano scrivendo fiumi di funzioni, tonnellate di script, sciami di variabili: insomma un infinità di codice! Amante dei viaggi e del viaggio, scompongo le mie esperienze lontano da casa in complesse logiche procedurali e in stupendi design. Ancora in cerca del tag giusto per descrivere la mia vita.

Sito web dell'autore | Altri articoli scritti da

Articoli correlati

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli:

9 commenti

Trackback e pingback

  1. Guida HTML5: la struttura | Web Design | Scoop.it
    […] Indubbiamente, il maggior cambiamento introdotto dall’HTML5 rispetto alla precedente versione, è il modo di strutturare la pagina.  […]
  2. Guida HTML5: nuovi elementi semantici | Your Inspiration Web
    […] Attenzione va posta, anche in questo caso, per gli utenti di Internet Explorer. Fate riferimento, come consuetudine, al paragrafo …
  3. Guida HTML5: la prima pagina | Your Inspiration Web
    […] 1) Guida HTML5:Introduzione 2) HTML5: Il canvas – Parte 1 3) Guida HTML5: la prima pagina 4) Guida HTML5: …
  4. Guida HTML5: il canvas – parte 1 | Your Inspiration Web
    […] 1) Guida HTML5:Introduzione 2) HTML5: Il canvas – Parte 1 3) Guida HTML5: la prima pagina 4) Guida HTML5: …
  5. Guida HTML5: introduzione | Your Inspiration Web
    […] HTML5: GLI ARTICOLI 1) Guida HTML5:Introduzione 2) Guida HTML5: la prima pagina 3) Guida HTML5: la struttura 4) Guida …
  6. Guida HTML5: i form – parte 1 | Your Inspiration Web
    […] HTML5: GLI ARTICOLI 1) Guida HTML5:Introduzione 2) Guida HTML5: la prima pagina 3) Guida HTML5: la struttura 4) Guida …

Lascia un Commento

Current day month ye@r *