Magento: La gestione delle funzionalità multilingua

Spread, crisi, recessione… insomma non bisogna essere certo degli esperti in economia per rendersi conto che l’Italia, come il resto del mondo, sta attraversando un periodo di difficoltà.

Basta sfogliare un quotidiano per accorgersi delle problematiche economiche in cui versano le aziende italiane, sempre in cerca di liquidità e di nuovi canali da sfruttare per incrementare i guadagni.

In netta controtendenza vi è invece il settore dell’e-commerce, secondo le stime del sole24ore, infatti, il giro d’affari proveniente da questa tipologia di commercio, soltanto in Italia, sfiorerebbe gli 11 miliardi di euro!

I vantaggi dell’e-commerce rispetto ad un negozio tradizionale sono davvero moltissimi, primo fra tutti i costi; ma c’è un altro punto a favore dei negozi online che, molto spesso, viene messo in secondo piano.

Ad esempio un negozio su strada può vendere la propria merce solamente ai passanti della città in cui è ubicato, non può quindi far conoscere i prodotti a possibili clienti provenienti da altre nazioni o da altre città.

Oggi vedremo assieme come abbattere le frontiere ed intraprendere un’attività su scala internazionale, senza spostarci dal nostro pc.

La comunicazione prima di tutto

Nel commercio, la comunicazione è un aspetto molto importante specie con clienti che non parlano la nostra lingua e che quindi potrebbero essere diffidenti nei nostri confronti.

Mi capita spesso di sentir dire ai miei clienti “non preoccuparti per le traduzioni, le facciamo con Google Translate”: non c’è niente di più sbagliato!!

Pensateci bene, comprereste mai da un sito web, con sede dall’altra parte del mondo e scritto in un italiano molto incerto? Io, sinceramente, no.

Quindi è inutile cercare di vendere all’estero se non si vuole investire in un traduttore.

E’ come voler andare sulla Luna con un razzo costruito in casa…sfido chiunque a farlo!

Non meno importanti sono poi i metodi di pagamento: offrire sempre la possibilità di pagare tramite circuiti sicuri ed internazionali come Paypal o il POS della vostra banca, infonde sicurezza e può diventare un fattore determinante per una vendita.

Il punto di partenza

Fatte le dovute premesse del caso, passiamo ad analizzare nel dettaglio la creazione di un negozio multilingua su piattaforma Magento.
Magento basa le sue traduzioni su dei semplici file con estensione .csv, apribili ed editabili con un normale editor di testo o, se preferite, con un programma di calcolo come Microsoft Excel o Open Office Calc.

Per cominciare è necessario scaricare il pacchetto base di traduzione, disponibile al seguente url.

Nel nostro esempio proveremo a settare un sito web in lingua spagnola, quindi VAMOS CHICOS :) .

Una volta effettuato il download del pacchetto spagnolo, lo decomprimiamo: al suo interno troveremo le cartella app, che a sua volta contiene i files .csv necessari per la traduzione.

Copiamo la cartella app e inseriamola all’interno della nostra root tramite un client FTP.

Ora ci rechiamo nel nostro backend e raggiungiamo il menù Sistema -> Configurazione

 sistema

Andiamo sulla parte sinistra e clicchiamo su gestisci stores.

 manage

Qui andremo a creare una nuova store view per il negozio in lingua spagnola. Clicchiamo quindi su create store view ed inseriamo tutte le informazioni relative al nuovo negozio.

create-spanish

Dopo aver creato la nuova store view, ci rechiamo nella homepage del nostro sito ed ecco il risultato:

your-language

Come possiamo notare, Magento ha creato automaticamente un menù a tendina dove è possibile effettuare lo switch della lingua.

Non essendoci però una Home di sezione in lingua spagnola è necessario crearla. Per farlo basta andare in CMS -> Pagine ed entrare all’interno dellla Home Page; qui non dovremo far altro che assegnarla anche alla lingua spagnola.

edit

Gestire le traduzioni

Ora passiamo alla gestione delle traduzioni, come dicevo in precedenza, all’interno della cartella app/locale/es_ES troveremo dei file con estensione .csv con dei nomi abbastanza parlanti, che contengono le traduzioni.

Apriamo quindi un file per analizzarne la struttura.

All’interno del file Mage_Catalog.csv (come si evince è il file che gestisce le traduzioni del catalogo) potremo trovare varie righe simili alle seguenti

“Clear All”,”Clear All”

“Products Sitemap”,”Products Sitemap”

Come si può notare, vi è una sezione in inglese e subito dopo la sezione che dovrà essere tradotta in spagnolo. Quindi le due righe di sopra verranno trasformate in:

“Clear All”,”borrar todos”

“Products Sitemap”,”productos mapa del sitio”

(Chiedo anticipatamente scusa agli esperti in spagnolo che ci leggono xD)

Continuando nel seguente modo potremo tradurre la maggior parte dei contenuti del nostro sito web in modo molto agevole.

Io personalmente adoro questo metodo di gestire le traduzioni; molte altre piattaforme, come Prestashop e Joomla! utilizzano il backend o plugin esterni per le traduzioni, ma effettuarle da csv è molto più semplice e veloce, poi ovviamente…de gustibus!

Aggiungere una parola

Abbiamo quindi visto come tradurre i contenuti già presenti all’interno del nostro sito web, ma se volessimo aggiungere una parola all’interno dei nostri file .phtml? Come faremo a tradurla?

Per inserire una parola all’interno dei cvs dovremo avvalerci di PHP e del pattern MVC di Magento. Utilizzeremo quindi una stringa simile a questa:

<?php echo Mage::helper(‘catalog’)->__(‘word’) ?>

Facendo cosi, diremo a Magento di cercare la traduzione della parola “word” all’interno del file relativo alle traduzioni del catalogo ovvero il Mage_catalog.csv visto in precedenza.

Ora quindi non dovremo far altro che aprire il file con il nostro editor di testo preferito, recarci nell’ultima riga ed inserire una stringa simile a quella vista in precendenza, ovvero:

“word”,”palabra”

Ovviamente di volta in volta dovremo contestualizzare e capire quale sia l’helper più indicato per gestire la traduzione.

Conclusioni

Gestire un negozio Multilingua con Magento è un’operazione molto semplice da svolgere e le possibilità che offre sono tantissime.

Bisogna però tener sempre presente che un negozio internazionale ha bisogno di una manutenzione costante e di un’attenta gestione dei costi di spedizione.

Il mio consiglio è quello di far in modo che i clienti stranieri si sentano a proprio agio, solo cosi potremo far sì che le nostre conversioni internazionali aumentino.

Il Made in Italy continua a piacere molto all’estero, non ci rimane che rimboccarci le maniche e far si che i nostri prodotti arrivino ovunque.

Vi lascio quindi con una domanda… in un vostro ipotetico, o reale, negozio online, preferiste sfruttare il canale estero o orientare il vostro business su rete nazionale?

Master per Web Designer Freelance
In tutti questi anni abbiamo ricevuto centinaia di richieste di approfondimento sulle numerose tematiche del web design vissuto da freelance. Le abbiamo affrontate volta per volta. Ma ci siamo resi conto che era necessario fare qualcosa di più. Ecco perché è nato One Year Together, un vero e proprio master per web designer freelance che apre finalmente le porte al mondo del lavoro.
Scopri One Year Together »
Tag:

L'autore

Web Developer con la passione per Magento. Lavora stabilmente in una web agency, ma nel tempo libero adora insegnare le sue conoscenze in ambito web a giovani e motivati studenti; Ha una passione segreta per i CSS e il suo hobby preferito è quello di costruire Layout responsive.

Altri articoli scritti da

Articoli correlati

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli:

2 commenti

    • Luigi Sabbetti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback disponibili per questo articolo

Lascia un Commento

Current day month ye@r *