Come Tradurre Temi e Plugin WordPress

C’è una cosa che ancora non sapete di me: io sono un fanatico delle lingue. Non mi bastano mai, ne voglio sempre di più e quando lavoro a un tema WordPress più lingue riesco a installare, più il tema è figo!

Proprio per questo, oggi voglio insegnarti come si traduce un plugin o un tema di WordPress.
Esistono vari modi per poterlo fare, da quelli manuali e da riga di comando a plugin più sofisticati per le traduzioni o addirittura per il multilingua. Studiamo insieme i metodi più comuni!

Cambiare la lingua di WordPress

Prima di tutto, devi sapere come poter cambiare la lingua di WordPress.

Questa è la cosa più semplice che tu possa fare.

Ricordi quando hai installato WordPress? Hai dovuto modificare il file wp-config.php aggiungendo i dati per la connessione al database.

Bene, ora hai bisogno di modificare nuovamente lo stesso file. Quindi apri wp-config.php, lo trovi nella root della tua installazione WP.

Scorri il file fino a trovare questa riga:

define(‘WPLANG’, ‘’);

Bisogna modificare questa costante aggiungendo l’abbreviazione della lingua che vuoi usare. Supponiamo di avere il sito in inglese e di volerlo tradurre in italiano, la riga diventerebbe:

define(‘WPLANG’, ‘it_IT’);

Salva il file e chiudilo.
A questo punto WP ti chiederà di scaricare i file della lingua italiana per poter avere il pannello amministratore completamente nella tua lingua. Sei libero di farlo o no ovviamente.

Purtroppo, per tradurre il tuo tema o plugin invece, avrai bisogno di farlo tu nel caso esso non abbia già una traduzione italiana pronta. Per farlo analizziamo due dei metodi più comuni.

 PoEdit

Il primo metodo prevede l’utilizzo del software PoEdit. Scaricalo ed installalo sul tuo PC.

Dopo averlo aperto, vedrai una pagina come questa:

poedit1

Come prima cosa, bisogna creare un catalogo per il tuo plugin/tema (d’ora in poi, supponiamo di tradurre un plugin).

Clicca su File > Nuovo Catalogo. Ti comparirà una finestra come questa.

poedit2

Compila tutti i campi, facendo attenzione a Forme plurali. In quel campo va inserita una stringa che indica come gestire i plurali della lingua.

Per l’italiano, la stringa da inserire è:

nplurals=2; plural=(n != 1);

Qui trovi una lista con tutte le stringhe per le varie lingue.

Fatto questo, clicca sulla tab Percorsi sorgente.

In questa schermata, bisogna inserire pochi dati, solitamente solo due: il percorso di base e il percorso dove si trovano i file.

Nel percorso di base inserisci. (un punto). Clicca poi sul bottone per aggiungere un nuovo percorso.

poedit 3

Solitamente, i file di lingua si trovano dentro ad una cartella nella root del plugin, come ad esempio languages/ oppure i18n/languages/. Nel primo caso, il percorso da inserire sarà ../, nel secondo ../../. Questo indica che i file da tradurre si trovano nella cartella precedente in cui si trova il file di lingua, oppure due cartelle precedenti nel secondo caso.

Passiamo poi alla tab Chiavi ricerca sorgente.

In questa tab devi inserire tutte le funzioni che indicano le stringhe da tradurre.

Nel caso di WP, le più conosciute sono __() e _e().

Nel caso in cui il plugin sia stato scritto da noi, sapremo con certezza che non sono state usate altre funzioni: possiamo quindi inserire solo queste due funzioni e premere su OK.

Se non conosci il codice del plugin che stai traducendo, ti conviene comunque inserire tutte le funzioni per sicurezza. Puoi controllare il codex di WP per sapere quali sono le funzioni per la localizzazione a tua disposizione.

Bene, a questo punto hai configurato il tuo catalogo. Salvalo e spostalo nella cartella languages/ del tuo plugin.

Riapri il file e clicca su Catalogo > Aggiorna dati sorgenti. PoEdit analizzerà tutti i file PHP del plugin e estrapolerà le stringhe da tradurre, in base alle funzioni che hai definito in Chiavi ricerca sorgente.

A questo punto non devi far altro che tradurre il tutto per poi goderti il plugin completamente tradotto in italiano.

Codestyling

Nel secondo esempio, faremo la stessa cosa utilizzando il plugin per WP Codestyling Localization.

Installalo sul tuo sito web ed attivalo. Il plugin aggiungerà una voce nel menu Strumenti. Clicca su Strumenti > Localizzazioni. Ti comparirà la lista di tutti i temi e plugin installati sul tuo sito. Questa volta, proviamo a tradurre un tema, nel nostro esempio sarà TwentyTwelve.

Scorri la lista fino a trovare il tema. Devi aggiungere la tua lingua dato che non esiste. Clicca su Aggiungi una nuova lingua.

poedit4

Inserisci il tuo nome nell’apposito campo e la tua email e scegli la lingua in cui vuoi tradurre il tema. Poi clicca su crea un file po.

poedit5

Codestyling si occuperà di fare tutto il resto al posto vostro, inserirà le forme plurali, le chiavi di ricerca e i percorsi sorgente.
Prima di iniziare la traduzione, dobbiamo anche qui aggiornare il file dati sorgenti, per farlo clicca su Ripeti la scansione e poi su Analizza.

poedit6

Dopo la scansione clicca su Modifica e inizia a tradurre le stringhe del tema. Per farlo ti basta cliccare su Modifica in corrispondenza di una stringa qualunque.

poedit7

Quando tutto il file sarà tradotto, bisogna generare il file .mo che è quello usato da WP per la traduzione del tema.

Fallo cliccando genera un file mo, in alto a sinistra.

Conclusioni

Questo è tutto. All’inizio può sembrare un po’ difficile, macchinoso, ma è veramente semplice. Basta avere dei piccoli accorgimenti, non dimenticare mai le forme plurali ed inserire tutte le funzioni necessarie per la traduzione.

Se ti dovesse capitare di modificare un file di lingua già esistente, non dimenticare di controllare le proprietà del catalogo prima di iniziare a tradurre, così potrai correggere gli eventuali errori.

Ci sono altri metodi per tradurre temi e plugin, come ad esempio GNU GetText opure qTranslate e WPML se hai bisogno del multilingua, ma per questi plugin/software ti rimando a Google, dove potrai trovare miliardi di tutorial e guide su come utilizzarli. Sono decisamente più complessi di quelli analizzati qui, e per motivi di spazio, ho preferito spiegarti qualcosa di più semplice invece che perdermi in una guida infinita su WPML.

Tu quale metodo preferisci per tradurre temi e plugin?

Usi anche tu PoEdit o conosci altri software?

Master per Web Designer Freelance
In tutti questi anni abbiamo ricevuto centinaia di richieste di approfondimento sulle numerose tematiche del web design vissuto da freelance. Le abbiamo affrontate volta per volta. Ma ci siamo resi conto che era necessario fare qualcosa di più. Ecco perché è nato One Year Together, un vero e proprio master per web designer freelance che apre finalmente le porte al mondo del lavoro.
Scopri One Year Together »
Tag: , ,

L'autore

Sviluppo per il web da alcuni anni. Ultimamente mi sono specializzato in WordPress tramite Your Inspiration, con il quale attualmente lavoro nell'area di supporto clienti e sviluppo temi e plugin per WP.

Altri articoli scritti da

Articoli correlati

Altri articoli

Ecco qualche altro articolo che potresti trovare interessante:

19 commenti

  1. giaba
    • Nicola Mustone
    • Franco
    • Nicola Mustone
  2. Franco
  3. Selena
  4. Alessandro
    • Nicola Mustone

Trackback e pingback

  1. Come Tradurre Temi e Plugin WordPress | wordpre...
    […] C’è una cosa che ancora non sapete di me: io sono un fanatico delle lingue. Non mi bastano mai, …
  2. Come Tradurre Temi e Plugin WordPress | Your In...
    […] C’è una cosa che ancora non sapete di me: io sono un fanatico delle lingue. Non mi bastano mai, …

Lascia un Commento

Current day month ye@r *