Web Designer Freelance: il sogno di molti lavoratori dipendenti

Web designer freelance: sul web oggi si sente tanto parlare di questa professione, è il sogno di molti lavoratori dipendenti che aspirano a fare il grande salto così da non aver più a che fare con rigidi orari di lavoro, titolari capoccioni che si ostinano a “mettere le mani” ovunque distruggendo le proprie creazioni e che più ne ha più ne metta.

Il sogno è di riuscire a staccarsi completamente dall’azienda per cui si lavora e rendersi completamente autonomi: lavorare quando si vuole, agli orari desiderati e senza dover rendere conto a nessun titolare rompiscatole.

Ma questa professione svolta da freelance è davvero così rose e fiori come sembra? E soprattutto è un lavoro che chiunque può fare?

Per rispondere a questi interrogativi andremo ad analizzare alcuni aspetti che spesso sono sottovalutati – se non addirittura del tutto ignorati – da chi si appresta a fare il grande salto.

Prima però iniziamo a dare uno sguardo agli aspetti positivi che inducono molti a prendere in considerazione l’idea del salto.

Quali sono i vantaggi dell’essere un web designer freelance?

Alcuni vantaggi offerti da questa professione li abbiamo accennati all’inizio di quest’articolo e adesso andremo ad analizzarli più nel dettaglio.

Lavorare comodamente dalla propria abitazione

Il primo grande vantaggio offerto da questa professione è certamente la possibilità di poter lavorare comodamente da casa.

Se sei abituato a lavorare in una grande città, il semplice fatto di non doverti più spostare tutte le mattine per andare in ufficio (sorbendoti magari tre quarti d’ora di traffico e un esaurimento nervoso per trovare parcheggio) basterebbe già a motivarne la scelta. Se a quest’aspetto aggiungiamo il risparmio economico derivante dalle spese sostenute per gli spostamenti (benzina o biglietto treno, metro, autobus, ecc) e per l’eventuale pranzo fuori di casa, il vantaggio derivante risulta ancora più evidente.

La flessibilità dell’orario lavorativo

web design freelance

Come web designer freelance, un altro aspetto che gioca a tuo favore è il fatto di poter gestire il tuo flusso di lavoro più o meno quando vuoi e negli orari che più desideri: quindi non più rigidi schemi da rispettare con i classici orari da ufficio, ma flessibilità all’insegna delle tue esigenze.

Poterti scegliere i clienti

web design freelance

Altro fattore degno di nota è la possibilità di poter scegliere e selezionare i tuoi clienti senza doverti trovare “obbligatoriamente” a lavorare con gente presuntuosa, maleducata e poco incline al dialogo. Infatti, se in fase di contrattazione ti rendi conto che con un certo tipo di cliente è meglio non avere a che fare, sei completamente libero di non accettare il lavoro evitando così in seguito di doverti spappolare il fegato, stando dietro a continue e illimitate richieste di modifiche o altre pretese ancora più assurde tipiche dei clienti in oggetto.

Di fattori positivi ce ne sarebbero ancora molti altri da considerare, ma in questo articolo ho voluto evidenziare solo quelli che ritengo essere gli elementi più importanti che caratterizzano i vantaggi del lavoro di un web designer freelance.

Dopo aver visto quelli che sono i “pro” di questa professione, andiamo adesso ad analizzare però alcuni aspetti meno visibili – ma non per questo meno importanti – cui va incontro chi sceglie di intraprendere questo cammino.

Quali sono i pericoli cui va incontro un web designer freelance?

Un noto proverbio afferma che non è tutto oro ciò che luccica, e come avrai avuto modo d’imparare nel corso della tua vita i detti non sbagliano quasi mai.

In questa professione infatti ci sono altri aspetti da prendere in considerazione e valutare attentamente prima di fare “la grande scelta”.

La tassazione dello Stato italiano

web design freelance

Uno dei principali aspetti da prendere in considerazione è la tassazione imposta dal sistema fiscale/previdenziale italiano; in generale le problematiche più comuni rispondono alle seguenti domande:

  • Come fatturare i primi lavori?
  • Come e quando aprire la partita iva?
  • Quali sono le agevolazioni e i regimi fiscali cui è possibile usufruire e attenersi?

In pratica, tutto ciò che c’è da sapere per lavorare in piena regola con il sistema fiscale italiano.

La burocrazia italiana non è molto semplice, specialmente quando concerne l’ampia sfera del regime fiscale. Muovere i primi passi in questa “giungla” può rivelarsi estremamente mortificante, e sottovalutare quest’aspetto può comportare considerevoli danni, sia  dal punto di vista economico che giuridico.

Saperti valorizzare

web design freelance

Un altro rischio cui un aspirante web designer freelance può andare incontro riguarda l’incapacità di saper valorizzare la propria figura.

Nello specifico i principali dubbi capaci di mettere in crisi un aspirante freelancer si possono così riassumere:

  • Come realizzare un buon portfolio per presentarti in modo professionale?
  • Come sviluppare un brand professionale che ti caratterizzi?
  • Quali tecniche adottare per farti conoscere in modo da attirare l’attenzione sulle tue qualità professionali?

Presentarsi in modo professionale può fare la differenza tra un web designer capace di ricevere decine di richieste di preventivo al mese e un web designer che non ricevendo alcuna richiesta di preventivo è costretto ad agire diversamente.

Con molta probabilità il web designer della seconda categoria per sopravvivere dovrà lavorare a ribasso, proponendosi su annunci di lavoro online con budget decisamente sotto costo.

Saperti vendere

web design freelance

Un altro aspetto molto spesso sottovalutato in questo tipo di lavoro è quello commerciale.

Il web designer freelance non si deve limitare solo a progettare siti web, ma deve anche e soprattutto essere un ottimo venditore. Deve sapersi vendere. Dunque, deve conoscere la comunicazione di vendita.

Un buon venditore è un buon comunicatore, e comunicare significa far capire ad altri il proprio messaggio, per esempio:

  • Come approcciarsi al cliente?
  • Come svolgere il primo colloquio?
  • Quali informazioni raccogliere in un brief efficace?
  • Quali strategie usare per convincerlo che sei la persona giusta?

Da uno studio condotto dall’Academy Foundation viene fuori un dato molto interessante: in qualsiasi attività – anche in quelle più tecniche – soltanto un 15% del successo è dato dalle conoscenze tecniche; l’85% invece è determinato da aspetti caratteriali e da doti umane. Quindi dal carattere, dalla personalità dell’individuo e dalla sua capacità nel trattare con gli altri.

Saperti gestire tutelando il tuo lavoro

web design freelance

La tutela del proprio lavoro è un altro punto dolente di molti web designer freelance.

L’errore più comune è quello di definire prezzi e tempistiche di progettazione a forfait, senza quantificare realmente la mole di lavoro che dovrà essere svolta. Questo può portarti a lavorare sotto costo e con il rischio di non riuscire a rispettare i tempi di consegna stabiliti.

Alcuni degli aspetti più importanti da tenere in considerazione rispondono ai seguenti quesiti:

  • Come valutare il lavoro in base al tempo dedicato al progetto e come quantificare tale tempo in denaro?
  • Come proporre e presentare il preventivo al cliente?
  • Come tutelarsi con un regolare contratto?
  • Come gestire i pagamenti dei clienti?

Un altro errore tipico riguarda la gestione del cliente senza un regolare contratto che tuteli le parti. Questi sono errori che si pagano e da cui può dipendere il successo/fallimento della tua attività.

Saperti amministrare

web design freelance

Un web designer freelance di successo deve essere anche un ottimo imprenditore di se stesso, capace di destreggiarsi tra strategie di marketing, analisi di mercato, pianificazione delle attività da svolgere e molto altro ancora.

I principali interrogativi cui bisogna rispondere prima di iniziare qualsiasi attività, sono i seguenti:

  • Come organizzare la giornata lavorativa evitando di perdere tempo?
  • Come gestire il tempo e pianificare le attività in modo ordinato?
  • Come fissare degli obiettivi strategici coordinando tutte le attività necessarie alla loro realizzazione?
  • Come analizzare le richieste di mercato e proporre servizi e prodotti in modo mirato?

Insomma, devi sapertela cavare in tutto ciò che serve per far crescere la tua attività. È inverosimile pensare di lavorare standotene con le mani in mano in attesa che qualche cliente “cada” nella rete del tuo sito web personale.

Web designer freelance: conviene davvero fare il grande salto?

Ritornando dunque al quesito che c’eravamo posti all’inizio dell’articolo: conviene davvero fare il grande salto?

La risposta non è così semplice e scontata! E come abbiamo avuto modo di vedere dipende da diversi fattori.

Quest’articolo non vuole scoraggiarti a intraprendere il percorso, ma solo farti vedere ciò che spesso viene sottovalutato. Il grande salto si può fare, ma tutto deve compiersi consapevolmente. Altrimenti c’è il rischio che tu possa prendere delle decisioni cui magari non sei ancora realmente pronto.

Chi può fare il salto senza il rischio di farsi male?

web designer freelance

Conosco dei bravissimi web designer che dopo uno/due anni di prova da freelance sono dovuti ritornare sui propri passi. E sai perché? Perché hanno sottovalutato l’importanza del marketing, del management e della comunicazione. In parole semplici, non hanno saputo vendersi.

La verità è che per fare il grande salto e, quindi, per lasciare il proprio posto di lavoro serve a poco essere dei geni dell’HTML e del CSS o di Photoshop. Serve a poco altresì essere degli ottimi progettisti e conoscere tutti i principi di usabilità e accessibilità. Queste sono abilità che valgono all’interno del rapporto. Ma il rapporto deve prima nascere. E può nascere solo quando sai come acquisire e gestire clienti.

Il freelance è una figura complessa che per non soccombere nel mercato del lavoro deve necessariamente possedere un minimo dei requisiti che abbiamo esaminato.

Come e quando aprire la partita iva? Quali sono le agevolazioni e i regimi fiscali cui è possibile usufruire e attenersi? Come presentarsi con un buon portfolio e un brand professionale? Quali tecniche adottare per farti conoscere e per attirare l’attenzione sulle tue qualità professionali? Come approcciarti al cliente e svolgere il primo colloquio? Quali strategie usare per convincerlo che sei la persona giusta?

E, ancora, quali informazioni raccogliere in un brief efficace? Come proporre e presentare il preventivo al cliente? Come organizzare la giornata lavorativa evitando di perdere tempo? Come fissare degli obiettivi strategici coordinando tutte le attività necessarie alla loro realizzazione?

Ora immagina di trovare le risposte a tutte le domande poste in questo articolo in un seminario ad hoc organizzato da noi di YIW. Che fai… ci vieni da solo o accompagnato dal tuo capo? ;)

Facciamo così: me lo dici fra qualche giorno. Nel frattempo, la bella notizia è che il seminario si tiene a settembre ed è riservato a un numero limitato di partecipanti. Se vuoi saperne di più, lascia qui sotto il tuo nome e la tua e-mail. E riceverai costantemente tutte le news dell’evento.

Tienimi Informato sul seminario Web Designer Freelance

Tienimi Informato sul seminario Web Designer Freelance
* campi richiesti




Le immagini dell’articolo sono state fornite da @Fotolia

Master per Web Designer Freelance
In tutti questi anni abbiamo ricevuto centinaia di richieste di approfondimento sulle numerose tematiche del web design vissuto da freelance. Le abbiamo affrontate volta per volta. Ma ci siamo resi conto che era necessario fare qualcosa di più. Ecco perché è nato One Year Together, un vero e proprio master per web designer freelance che apre finalmente le porte al mondo del lavoro.
Scopri One Year Together »
Tag: , ,

L'autore

Nando è fondatore di Edi Group, società di Comunicazione e Formazione fondata nel 2005. È inoltre Trainer Microsoft e docente di Webdesign con anni di esperienza, anche in qualità di progettista, in corsi di Formazione Professionale regionali e privati. È stato speaker in diverse prestigiose conferenze, anche per conto di Microsoft Italia. Tiene abitualmente corsi di formazione presso le aziende. È autore di diversi libri sul Web Design, in italiano ed inglese. +

Sito web dell'autore | Altri articoli scritti da

Articoli correlati

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli:

49 commenti

  1. Tizionario
    • Tizionario
  2. Mike
  3. andy
  4. stefano
  5. Gianluca
  6. Giancarlo
  7. Andrea Pisciotta
  8. franco.p
  9. Stefano C.

Trackback e pingback

  1. I migliori post della settimana #108 | Web Developer / Web Designer / SEO Specialist / Napoli :: EmaWebDesign
    [...] 05) Web Designer Freelance: il sogno di molti lavoratori dipendenti [...]

Lascia un Commento

Current day month ye@r *