Far “pagare” i download dal nostro sito con un Tweet

Qualunque sito presente in rete ha come primo obbligo quello di offrire valore ai suoi utenti e quindi contenuti utili ed unici. Questo non basta ed è necessario anche promuovere e far conoscere questi contenuti sulla rete. Uno modo molto efficace per farlo e quello di mettere a disposizione sul proprio sito materiale da scaricare gratuitamente, ad esempio un eBook, un software, materiale multimediale ecc.

Sia che abbiamo un sito commerciale – sul quale vendiamo prodotti, servizi o pubblicità – sia che abbiamo un sito personale, offrire contenuti per il download gratuito porta parecchi benefici. In primo luogo trasmettiamo al visitatore la nostra disponibilità regalandogli qualcosa di utile. Inoltre possiamo dimostrare e far capire la validità dei nostri servizi dandogliene un “assaggio” in quello che mettiamo a disposizione gratuitamente. Possiamo poi sfruttare questo metodo per fidelizzare il visitatore richiedendogli magari un indirizzo email nel momento del download. Ed infine stimoliamo l’utente a diffondere e consigliare il nostro contenuto, se valido, e quindi a promuovere indirettamente il nostro sito.

Quella di richiedere un indirizzo email all’utente che vuole scaricare il file è sicuramente una pratica molto usata, magari richiedendo l’iscrizione alla nostra newsletter. In questo modo possiamo rimanere in contatto con il visitatore e, nel migliore dei casi, stabilire con lui un dialogo. Il problema, però, è che le email vengono sempre meno utilizzate dagli utenti, specialmente dalle nuove generazioni, e stanno quasi diventando uno strumento utilizzato solo in ambito professionale.

Naturalmente questo accade a causa dell’aumento esponenziale dell’ uso dei social network che permettono di rimanere in contatto in modo più immediato e di essere sempre aggiornati sulle attività della nostra rete di contatti. Sono nati quindi nuovi strumenti per stabilire una connessione con i nostri utenti e per divulgare i contenuti sfruttando proprio la capacità dei social di creare il passaparola.

Esistono molti plugin da inserire nei nostri siti e che ci permettono di integrare funzionalità correlate all’utilizzo dei social: dal Like Button ed il box dei commenti di Facebook ai vari bottoni che permettono al lettore di condividere la pagine tramite i suoi account sociali.

Quello però di cui voglio parlarti è ancora poco usato ed integra una funzione molto utile a chi appunto mette a disposizione sul proprio sito del materiale da scaricare. Si tratta di Pay With A Tweet.

Come funziona Pay With a Tweet?

Con Pay With A Tweet possiamo fare in modo che i nostri utenti diffondano nella loro rete il nostro contenuto in download comunicando ai loro contatti che lo stanno scaricando. Se inserito nel nostro sito PWAT si presenta come un bottone sul quale l’ utente dovrà cliccare per accedere al download del file.

bottone-pay-with-a-tweet

Dopo aver cliccato dovrà scegliere se condividere la sua azione (il fatto che sta scaricando il vostro file) su Facebook o su Twitter inviando direttamente un tweet od un post già preparato che riporti magari il link al file o al sito.

Come inserire Pay With a Tweet sul nostro sito?

Vediamo quindi come riuscire ad inserire velocemente PWAT nel nostro sito. Come prima cosa dobbiamo recarci sul sito Paywithatweet.
Ora entriamo nella sezione Create e Pay Button per creare il nostro pulsante. Iniziamo a completare il form inserendo il nostro nome, la nostra email ed il titolo del file che intendiamo rendere disponibile per il download.

Nei campi successivi inseriamo l’ URL completo da dove il file viene scaricato, il testo del messaggio (il Tweet o il post di Facebook) che vogliamo sia condiviso dall’utente nel momento del download ed il link abbreviato che verrà visualizzato nel Tweet.

Campi-da-compilare-Pay-with-a-Tweet

A questo punto possiamo creare il codice da inserire nel nostro sito.

Ci verranno forniti due tipi di codice in base al tipo di bottone che vogliamo utilizzare: il primo permetterà agli utenti di condividere il proprio download su Twitter mentre il secondo mette a disposizione dell’utente anche la condivisione su Facebook.

Non ci resta quindi che copiare il codice ed incollarlo nel punto in cui vogliamo visualizzare il bottone nel nostro sito.

Il servizio mette inoltre disposizione anche un codice QR da poter stampare ed utilizzare per rendere disponibile il download del nostro file (con relativo Tweet) anche da dispositivi mobili.

Come funziona Pay With a Tweet?

Vediamo ora come funziona il bottone che abbiamo inserito e come, in due click, il visitatore potrà scaricare il file e contemporaneamente condividerlo su Twitter o su Facebook.

Una volta che il bottone sarà presente sul sito potrà essere utilizzato dagli utenti per accedere al download del nostro file. Quando viene cliccato aprirà una finestra che suggerisce di connettere il proprio account Twitter o il proprio account Facebook.

finestra-pay-with-a-tweet

Dopo aver connesso il suo account l’utente visualizza il messaggio che andrà a pubblicare ed il pulsante che gli permette di scaricare il file: cliccando accede al download dello stesso e contemporaneamente invia il tweet.

finestra download pay with a tweet

Conclusioni

La semplicità nell’utilizzo da parte dell’utente rendono questo strumento sicuramente molto efficace per la diffusione dei nostri contenuti scaricabili. Naturalmente ogni strumento e strategia sono validi solo se il contenuto è davvero utile ai lettori, che solo in questo modo ne percepiranno il valore aggiunto. Diffondere materiale poco utile (o magari copiato) gratuitamente potrebbe portare benefici ma a discapito, nel lungo periodo, della nostra immagine sul Web.

Un piccolo consiglio: nel testo del Tweet che compiliamo al momento della creazione del bottone utilizziamo un linguaggio abbastanza informale e che dia il meno possibile la sensazione di messaggio automatico ed inseriamo inoltre la menzione al nostro account in modo da aumentarne la popolarità.

Master per Web Designer Freelance
In tutti questi anni abbiamo ricevuto centinaia di richieste di approfondimento sulle numerose tematiche del web design vissuto da freelance. Le abbiamo affrontate volta per volta. Ma ci siamo resi conto che era necessario fare qualcosa di più. Ecco perché è nato One Year Together, un vero e proprio master per web designer freelance che apre finalmente le porte al mondo del lavoro.
Scopri One Year Together »
Tag: , , ,

L'autore

Realizza siti web con Joomla e Wordpress. La sua passione per la rete lo ha portato a formarsi autonomamente e studiare i CMS, i linguaggi ed anche un pò di Photoshop. Adesso vuole fare esperienze a livello professionale per rafforzare le sue conoscenze e trasformare questa sua passione in un lavoro.

Sito web dell'autore | Altri articoli scritti da

Articoli correlati

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli:

7 commenti

Trackback e pingback

  1. Tweets that mention Far “pagare” i download dal nostro sito con un Tweet | Your Inspiration Web -- Topsy.com
    [...] This post was mentioned on Twitter by Your Inspiration Web, Simone D'Amico. Simone D'Amico said: Far “pagare” i download …

Lascia un Commento

Current day month ye@r *