Quando i web designer non si prendono sul serio: aneddoti, curiosità e vignette

Irrimediabilmente bistrattati e incompresi da chi, al contrario nostro, non mastica il web ad ogni ora del giorno e della notte: siamo noi, i web designer italiani e non, professionisti e dilettanti, dipendenti e freelance, grafici e sviluppatori..una fauna che ha saputo – e voluto – fare del proprio lavoro una vera e propria croce e delizia, sfidando quotidianamente situazioni tragi-comiche ai limiti del credibile.

Familiari e amici, non comprendendo il nostro lavoro, finiscono con il guardarci in modo torvo come se fossimo chissà quali strane creature immerse in chissà quali traffici, i clienti sfogano su di noi le loro problematiche esistenziali, la vita prende ritmi incomprensibili con orari completamente illogici…come possiamo resistere a tutte queste prove mantenendo i nervi ben saldi?

Con una dose massiccia di autoironia. Cominciando a prenderci un po’ meno sul serio, tramite vignette, caricature, gag, barzellette, tutte che raccontano, tra il serio e il faceto, il microcosmo che popola il web, il nostro piccolo grande universo fatto di clienti e lagnanze, scadenze e manie e quant’altro.

Perciò, se il pensiero “ma chi me l’ha fatto fare?” ti balena in testa sempre più spesso, questa raccolta di aneddoti, curiosità e vignette è per te. Una piccola pacca sulla spalla per dirti che ci siamo passati tutti, che siamo stati o siamo tutt’ora sulla stessa barca e perciò…tanto vale riderci su.

Vite vissute: le esilaranti esperienze dei web designer

Bisogna avere pazienza con i clienti – Liquid Sky Design

Non si parla meramente di clienti e web design, ma di una particolare tipologia di cliente capace di dare filo da torcere a qualsiasi designer.

“C’e’ ancora una categoria di clienti, quella più infima e subdola, quella che ti prende la malaria solo al pensarci: sono i clienti della Old Generation.

La Old Generation è quella categoria di persone che hanno sulle spalle un’esperienza da non scherzare, si sono fatti da soli, hanno speso soldi e fatica per raggiungere i loro obiettivi e adesso si godono il frutto dei loro investimenti. Entrati poi nell’era del computer hanno sfruttato questo potente mezzo, consigliato dai figli o dai nipoti, per entrare di prepotenza nel nuovo mercato. E’ qui che di solito cominciano i problemi.”

“Questi sono i clienti peggiori, sarebbero capaci di murare la nonna in camera da letto per avere un quadro realista!”

Chi lo cerca, lo trova – Pikadilly blog

Pika: “Salve Sig. Cliente, la chiamavo per l’appuntamento…”

Cliente: “Eh, quanno volemo fa?”

Pika: “Mi dica quando è libero…”

Cliente: “Eh, io so liberò martedì, però stavorta famo che se vedemo, eh! Perché se no qui non annamo mica avanti co’ sto sito, so’ passate già tre settimane, io sto a lavorà mica sto a giocà cor piccì!”

Il fu Sig. Cliente è stato mandato a fanlì per direttissima.

Il fu Sig. Cliente si sta ancora domandando perché.

Un divertente (ma anche no!) colloquio tra web designer e cliente. Sempre della nostra amica Francesca, un altro articolo molto simpatico, intitolato “Guadagni che sanno di muschio”:

“Voglio fargli una stragrafica, ma non ci riesco. Non ho l’ispirazione.

Ok, provo a dedicarmi ad altro.

Mi guardo tutto il repertorio dei video/film/telefilm ispiratori: da Tim Burton a Don Camillo, passando per Star Trek e volando verso Star Wars, con una puntatina sul Marchese Del Grillo.”

Vita da Freelance: amici, parenti ed emicranie – Lsd

““si e’ bello.. ma non lo si puo’ fare quadrato? .. e con i colori della cooperativa vinicola? .. e magari metti due aghi che e’ meglio.. anzi tre! No, per sicurezza mettine quattro e metti anche il filo in lame’ che fa tanto anni ’80! E anche che brilla!” E cosi’ va a finire che non solo ci perdi un sacco di tempo ma ti ritrovi a mettere insieme dieci elementi che non c’azzeccano niente l’uno con l’altro.

E come finisce? Che tu consegni il logo e dopo due settimane vedi che sul sito c’e’ il logo che ha fatto la nipotina della socia fondatrice untracentenaria… una ciofeca indefinibile!”

Da qui il detto: mai lavorare per parenti e amici!

I decaloghi (ma non solo) semi-seri

Cosa deve fare un capo per portare un web designer alla follia – Web Magazine

Far notare, anche se gentilmente, che quelle linee verdi non sono proprio belle (le guide! ma lui non lo sa)

Rendersi conto dell’ignoranza totale di chi dovrebbe pensare anche alla tua formazione è davvero un momento triste.”

Grafici o prostitute? – Design the sign

“1- Lavori a degli orari bizzarri. (Come le prostitute)

2- Sei pagato per rendere felice il tuo cliente. (Come le prostitute)

4- Sei pagato all’ora, ma i tuoi lavori arrivano fino a quando il lavoro è finito. (Come le prostitute)

5- Anche se sei bravo, non sei mai fiero di quello che fai. (Come le prostitute)

6- Sei ricompensato se soddisfi le fantasie del cliente. (Come le prostitute)

7- Ti è difficile avere e mantenere una famiglia. (Come le prostitute)

8- I tuoi amici si allontanano da te e resti solo con gente del tuo tipo. (Come le prostitute)

15- Quando ti alzi dal letto, ti dici: “Non posso fare questo per tutta la vita!”. (Come le prostitute)”

Sei un grafico solo se… – Design the sign

“1. Hai quasi tamponato l’auto di fronte a te perché stavi studiando il font di un cartellone pubblicitario.

2. Mandi tutto a puttane se un pennello di Photoshop che hai appena scaricato non raggiunge almeno i 1000 pixel.

3. Quando parli con la tua ragazza, invece di ascoltarla analizzi le decorazioni sulla sua t-shirt.”

Decalogo per far impazzire un grafico

“Quando il grafico vi propone un font qualsiasi, come carattere principale, chiedete l’Helvetica. Se il grafico sceglie l’Helvetica, chiedete di usare l’Arial. Se sceglie l’Arial, chiedete il Comic Sans. Se sceglie il Comic Sans, è già a metà strada verso la pazzia, quindi il vostro lavoro è già ben avviato.

Vignette & Fumetti

Teknosauri

TeknoSauri.aC (avanti Cristo) è una weekly blogstrip.

Argomento della strip sono la grafica, i grafici e il mondo che gli gira attorno: comunicazione, computer, stampa, internet…

ma non solo.

Ogni lunedì – il giorno della settimana più odiato al mondo! ;) – una strip cercherà di far cominciare bene la settimana lavorativa: con un sorriso.”

Essere Salvo

“Questo è un blog di strisce a fumetti realizzati nel tempo libero da chi lavora nelle aree IT e nei Customer Support.

Ogni riferimento a cose, persone, fatti, è probabile che non sia del tutto casuale. Chi si dovesse riconoscere sappia che gli/le siamo eternamente riconoscenti.”

Comics of the week – Web Designer Depot

Web Designer Depot ci offre, con scadenza settimanale, alcune vignette umoristiche legate al mondo del web design. Sono in inglese, ma di facile comprensione.

40 vignette umoristiche per web designer – Web Designer Depot

Una bella raccolta di vignette umoristiche.

Vignette per web designer – Instant Shift

Anche Instant Shift ha raccolto una bella lista di vignette legate al mondo web.

Le strisce della Pika

Ancora la Pika, che oltre alle spassose letture ci offre delle curiose e tragi-comiche vignette!

Vita da Freelance – N.C. Winters

Vignette molto caustiche che mettono a confronto la realta’ del web designer con altre realtà professionali. Per chi non vuole ridere, ma riflettere.

Un occhio al codice!

I commenti piu divertenti dei programmatori: ciò che il codice nasconde

//Quando scrissi questo codice solo io e Dio capivamo cosa facesse

//Ora, solo Dio lo capisce

e ancora..

// Non sono responsabile di questo codice.

// Me l’hanno fatto scrivere contro la mia volontà.

Flowchart & Grafici

Come capire se un sito fa schifo

Dunque, qual’e’ la tua qualifica?

Sei un vero web designer?

Roba da Facebook

Facebook ha visto la nascita di numerosi gruppi dedicati al mondo del web design, dell’informatica e della grafica in generale. Alcuni di questi offrono link e immagini molto simpatiche e ironiche quanto basta sul mondo a cui, volenti o nolenti, apparteniamo.

Roba da Informatici

Roba da web designer

Roba da grafici

Accessori

30 magliette per web designer – Specky Boy

Dite la verità…non vorreste sfoggiare almeno una di queste magliette?

25 magliette stravaganti che ogni web designer desidera

Sono adorabili, n’est pas?

…e per gli amanti dell’Helvetica…

Giochi e training (semi-serio) per designer

Riconoscere l’Helvetica dall’Arial (vi sfido) e molti altri giochini stuzzicanti per passare il tempo e, allo stesso tempo, allenare la mente.

Ti sei perso questi articoli?

Se ti sei perso i nostri articoli sui clienti serpenti, questa e’ l’occasione giusta per rimediare: pillole ironiche su alcune tipologie di clienti con cui nessuno di noi vorrebbe avere a che fare.

Clienti Serpenti: riconoscerli ed evitarli

Cliente Ser/pen/te: Amabile tipologia di cliente, il cui scopo non è quello di avere un sito internet, un logo, un biglietto da visita o quant’altro possa far parte delle vostre mansioni, ma semplicemente sfinirvi, sfiancarvi e sfogare su di voi le sue frustrazioni e/o psicosi.

Clienti Serpenti: seconda parte

So che a questo punto ti aspetterai da me un consiglio professionale, spassionato e soprattutto composto. Ma sono reduce da un cliente del genere e tutto ciò che ti posso dire, di cuore, è: SCAPPA! E non voltarti. Questo tipo di clienti è il più pericoloso perché attenta, e in modo molto subdolo, alla tua sanità mentale.

Web Obsession

Il nostro gruppo su Facebook legato alle ‘manie’ legate al mondo del web design: come il lavoro influenza la nostra quotidianita’ rendendoci, chi piu’, chi meno, degli ossessionati.

Conclusioni

Sperando che il contenuto di quest’articolo ti abbia, in un modo o nell’altro, strappato un sorriso, ti invito a segnalarmi altre vignette, articoli e aneddoti che ritieni possano far parte di questa curiosa collezione. Rendiamo quest’articolo leggero e frivolo, un luogo per rilassarsi un po’ dopo un’estenuante giornata di lavoro!

Master per Web Designer Freelance
In tutti questi anni abbiamo ricevuto centinaia di richieste di approfondimento sulle numerose tematiche del web design vissuto da freelance. Le abbiamo affrontate volta per volta. Ma ci siamo resi conto che era necessario fare qualcosa di più. Ecco perché è nato One Year Together, un vero e proprio master per web designer freelance che apre finalmente le porte al mondo del lavoro.
Scopri One Year Together »
Tag: ,

L'autore

Web designer, lavora nel campo della grafica e dello sviluppo web da sei anni e al momento oltre a collaborare con una web agency gestisce con successo la sua attività di freelance sotto il nome di mascara design. Come molti freelance si è abituata a gestire più ruoli, spaziando dalla grafica cartacea allo sviluppo del codice xhtml e css; nonostante questo la sua passione rimane, sempre e comunque, la grafica per il web.

Sito web dell'autore | Altri articoli scritti da

Articoli correlati

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli:

36 commenti

  1. Alessandro
    • ester
  2. xpmatrix
  3. sabilar

Trackback e pingback

  1. Tweets that mention Quando i web designer non si prendono sul serio: aneddoti, curiosità e vignette | Your Inspiration Web -- Topsy.com
    [...] This post was mentioned on Twitter by mtx_maurizio and Your Inspiration Web, Antonino Scarfì. Antonino Scarfì said: RT @YIW …
  2. Immodestia mode on | Pikadilly Blog
    [...] ultimi (ma non meno importanti) motivi di vanto sono alloggiati qui e qui. Mi cola addosso del piacere quando …

Lascia un Commento

Current day month ye@r *