WordPress 3.0: quali sono le novità?

Qualche giorno fa è stata rilasciata la nuova versione 3.0 (beta 1) di WordPress, il rilascio della versione definitiva è previsto per il primo maggio giorno in cui si svolgerà il wordcump a San Francisco.

Questa nuova versione di WordPress presenta diverse novità che dovrebbero contribuire a potenziare notevolmente le funzionalità messe a disposizione da questa piattaforma. Nonostante sia ancora in versione beta in redazione abbiamo deciso di testarne le potenzialità per condividerle e discuterne insieme a te.

Quali sono le principali novità di WordPress 3?

Diamo uno sguardo a quelle che sono le principali novità che la nuova versione di WordPress porterà con sé:

  • È stata migliorata la gestione dei menù.
  • Realizzato un nuovo tema grafico chiamato “Twenty Ten” che sarà l’unico ad essere rilasciato nella nuova distribuzione di WordPress.
  • I temi di Default (Kubrick) e Classic non saranno più inclusi nella distribuzione di WordPress ma saranno disponibili all’interno della raccolta Temi sul sito ufficiale di WordPress.
  • Sono state unite le funzionalità di WordPress a quelle di WPMU:  in questo modo sarà possibile gestire l’installazione contemporanea di più blog da un’unica installazione di WordPress.
  • Possibilità di creare template specifici per i singoli autori e per diversi tipi di post.

Per l’elenco completo delle novità è possibile consultare la relativa pagina sul sito ufficiale. Adesso però andiamo a dare uno sguardo ad alcune di queste novità.

Installiamo la nuova versione di WordPress

La prima novità si scorge subito durante il processo d’installazione. In questa fase adesso è possibile scegliere un username personalizzato per l’amministratore del sistema diverso dal classico “admin” che prima era impostato in modo automatico e sui cui l’utente non aveva nessun controllo in fase d’installazione. Questo ovviamente contribuirà a migliorare il livello di sicurezza della piattaforma:  molti amministratori avevano infatti l’abitudine di lasciare l’utente predefinito – “admin” – come amministratore del sistema rendendo in questo modo vita facile ad un eventuale hacker che si trovava già metà del lavoro svolto conoscendo il nome utente dell’account amministratore.

Inoltre durante il processo d’installazione sarà possibile inserire anche una propria password oppure si può procedere lasciando il campo vuoto e in questo caso il sistema creerà una password casuale così come già avveniva in passato.

Uno sguardo all’aspetto estetico

Come abbiamo già accennato la nuova versione porta con sé anche una rinnovata vesta grafica: il tema denominato “Twenty Ten” prenderà il posto dell’ormai obsoleto Kubrick.

Vediamone un’anteprima:

Dal pannello di amministrazione adesso sarà possibile gestire lo sfondo del proprio tema senza dover modificare una sola riga di codice:

Inoltre il nuovo tema è già stato predefinito per ospitare fino a quattro sezioni di widget nel footer, in questo modo sarà possibile personalizzare il footer con un semplice sistema di drag & drop aggiungendo e spostando i widget interessati così come avveniva per la sidebar:

La gestione dei menù di navigazione

Un’altra delle novità più importanti riguarda la gestione dei menù di navigazione che prima risultava molto limitata. Adesso sarà possibile creare e gestire i menù in modo più intuitivo e avanzato.

Anche se l’interfaccia grafica di questa funzionalità subirà quasi sicuramente altre modifiche – come anticipa il messaggio ad inizio pagina – diamo ugualmente uno sguardo allo screenshot che segue:

Questo sistema di gestione semplificata dei menù è stato realizzato da Woo Themes e grazie a questa nuova funzionalità (che avvicina sempre più questa piattaforma a un vero e proprio CMS) adesso sarà possibile posizionare le voci del menù con un semplice sistema di drag & drop.

Le singole voci che compongono il menù potranno essere aggiunte da pagine già esistenti, categorie o link generici. Dai uno sguardo al video che segue se vuoi vedere l’utilizzo pratico di questo nuovo sistema.

La gestione multiblog

Un’altra delle novità più importanti e discusse riguardanti questa nuova versione è l’unione delle funzionalità di WordPress MU a quelle di WordPress, che renderà possibile gestire più blog contemporaneamente con un’unica installazione.

Per creare una rete di blog in questa versione beta bisogna aprire il file di configurazione generale denominato “wp-config” e definire la costante che permette di abilitare questa funzionalità, così come descritto sulla documentazione ufficiale.

define ('WP_ALLOW_MULTISITE', true);

In seguito a questa operazione, all’interno del pannnello di amministrazione sarà possibile trovare il menù Tools ->Network da cui sarà possibile configurare il proprio network di siti.

Conclusione

Manca ormai meno di un mese al rilascio ufficiale di WordPress 3. Ci sono tantissime altre novità – oltre a quelle viste – che questa nuova versione porterà con sé. In questo articolo abbiamo voluto dare un rapido sguardo a quelli che dall’anteprima del nostro test sembrano essere i cambiamenti più interessanti.

Con questa nuova versione WordPress si avvicina sempre più alle potenzialità di un vero e proprio CMS allontanandosi da quello che era il suo compito d’origine, semplice piattaforma di blogging. Non sei d’accordo anche tu?

Master per Web Designer Freelance
In tutti questi anni abbiamo ricevuto centinaia di richieste di approfondimento sulle numerose tematiche del web design vissuto da freelance. Le abbiamo affrontate volta per volta. Ma ci siamo resi conto che era necessario fare qualcosa di più. Ecco perché è nato One Year Together, un vero e proprio master per web designer freelance che apre finalmente le porte al mondo del lavoro.
Scopri One Year Together »
Tag:

L'autore

Nando è fondatore di Edi Group, società di Comunicazione e Formazione fondata nel 2005. È inoltre Trainer Microsoft e docente di Webdesign con anni di esperienza, anche in qualità di progettista, in corsi di Formazione Professionale regionali e privati. È stato speaker in diverse prestigiose conferenze, anche per conto di Microsoft Italia. Tiene abitualmente corsi di formazione presso le aziende. È autore di diversi libri sul Web Design, in italiano ed inglese. +

Sito web dell'autore | Altri articoli scritti da

Articoli correlati

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli:

40 commenti

  1. Francesco Ciabatta
  2. iteand
  3. Antonio
    • Antonio
    • Antonio
    • Marco
  4. Antonio

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback disponibili per questo articolo

Lascia un Commento

Current day month ye@r *