Come assicurarsi di non aver commesso errori prima di lanciare il sito online?

fase10
Ed eccoci giunti all’ultimo appuntamnto di questa guida dedicata alla realizzazione di un sito internet. Siamo partiti dal primo incontro con il cliente e, passo dopo passo, ti abbiamo accompagnato fino al completamento dell’intero progetto.

Ma siamo proprio sicuri di aver finito il lavoro? Siamo stati davvero attenti a tutto? Scopriamolo insieme in quest’ultima lezione.

Che cosa devo controllare prima di pubblicare il sito online?

Per evitare di caricare online il sito con possibili errori, dimenticanze o altro, è assolutamente consigliato eseguire delle operazioni di verifica e test, correggendo, dove necessario, eventuali disattenzioni.

Vediamo nel dettaglio quali sono gli aspetti principali da prendere in considerazione.

Analisi del contenuto

Grande importanza deve essere dedicata all’analisi del contenuto perché questo è il messaggio che sarà trasmesso agli utenti, assicurati dunque che:

  • Il testo non contenga errori, la grammatica sia corretta e utilizzi vocaboli adeguati.
  • La punteggiatura e l’utilizzo di apostrofi o virgolette siano utilizzati in modo corretto.
  • I blocchi di testo non siano troppo lunghi e le pagine non siano troppo pesanti.
  • Eventuali caratteri speciali siano sostituiti con il loro corrispettivo codice html (entity name), come per esempio l’utilizzo della “&” commerciale o del simbolo dell’euro “” che devono essere rappresentati rispettivamente dai codici “&” e “€”.
  • Tutti i collegamenti ipertestuali, interni ed esterni, siano validi e puntino correttamente alle relative pagine di destinazione.

Ottimizzazione motori di ricerca

Abbiamo detto nelle ultime due lezioni che per posizionare bene il sito negli indici dei motori di ricerca è indispensabile tenere conto di alcuni aspetti, quindi assicurati di aver:

  • Inserito i titoli in modo adeguato (utilizzando correttamente delle chiavi di ricerca per cui desideri posizionare il sito) su tutte le pagine.
  • Inserito il Meta Tag “Description” contenente una breve descrizione per ogni pagina.
  • Scritto il contenuto in modo semantico utilizzando la suddivisione gerarchica degli Heading Tags (<h1></h1> per il titolo del contenuto della pagina, <h2></h2> per i titoli dei paragrafi, ecc.)
  • Aggiunto il codice di Google Analytics su tutte le pagine per tenere traccia delle statistiche di accesso utilissime in un secondo momento per analizzare l’andamento e il successo del sito.)
  • Creato una Sitemap del sito utilizzando uno dei tanti strumenti disponibili online.
  • Creato il file robot.txt (usalo se necessario).

Validazione del codice

Assicurati di aver scritto codice corretto. Sul web puoi trovare alcuni strumenti messi a disposizione per validare la correttezza dei codici che hai sviluppato:

  • Validazione del codice (x)html (utilizza questo strumento messo a disposizione dal W3C per validare le singole pagine oppure quest’altro strumento per eseguire la validazione su un intero sito);
  • Validazione del codice CSS (utilizza questo strumento) per eseguire la validazione dei fogli di stile utilizzati sul tuo sito;
  • Validazione del codice javascript.

Test di accessibilità

Assicurati che il tuo sito sia accessibile anche per gli utenti che utilizzano browser diversi da quelli standard come potrebbe essere, per esempio, uno screen-reader.

In poche parole, un sito accessibile deve essere:

  • Visualizzabile e navigabile anche senza il caricamento dei fogli di stile.
  • Di facile comprensione e usufruibile anche senza il caricamento delle immagini (ci sono utenti che per diverse esigenze possono aver disattivato il caricamento delle immagini, fai in modo che per ogni immagine ci sia un testo alternativo che possa sostituirle).
  • Usufruibile anche senza il caricamento di effetti JavaScript (per esempio, un menù di navigazione realizzato interamente in javascript renderebbe il sito completamente innavigabile per un utente che utilizza un browser con javascript disabilitato).

Test di funzionalità su browser e Sistemi Operativi diversi

Prima di mettere il sito online sarebbe opportuno eseguire alcuni test di funzionalità per verificarne il corretto funzionamento anche su sistemi diversi da quello con cui lo abbiamo sviluppato.

Accertati dunque che il sito sia correttamente visualizzabile e funzionante:

  • Su tutte le versioni dei principali browser (Internet Explorer, Firefox, Chrome, Safari, ecc.) e sui principali Sistemi Operativi (Windows, OSX, Linux, ecc.).
  • Adoperando le principali risoluzioni dello schermo utilizzate dagli utenti (1680×1050, 1600×1200, 1280×1024, 1024×768, ecc.).

Test di funzionalità sui moduli

Inoltre verifica anche il corretto funzionamento di ogni eventuale modulo (contatti, prenota, ecc.) presente sul sito:

  • Invia una mail al tuo indirizzo di posta elettronica e verificane la corretta ricezione.
  • Controlla che il testo dell’e-mail ricevuta sia quello definito.
  • Verifica il corretto funzionamento dell’eventuale controllo anti-spam.
  • Accertati che il controllo errori impostato su eventuali campi del modulo funzioni in modo corretto.
  • Assicurati che sia visualizzato un messaggio che indichi all’utente l’esito dell’avvenuto invio.

Analisi delle prestazioni del sito

Altro fattore da non trascurare è il tempo di caricamento per ogni pagina del sito: infatti, alcune statistiche dimostrano che il tempo di attesa massimo da parte dell’utente corrisponde a circa tot secondi, dopodiché tende ad abbandonare la pagina. Capirai che è quindi indispensabile per il successo del nostro sito fare in modo che tutte le pagine siano caricate in un intervallo inferiore ai tot secondi.

Verifica dunque:

  • La velocità di caricamento e la dimensione di ogni singola pagina.
  • La dimensione di ogni immagine e, se necessario, riducila con un programma di fotoritocco ottimizzandola per l’utilizzo sul web.
  • Che i CSS siano ottimizzati e utilizzati in modo corretto: in particolare cerca di evitare la ridondanza di regole che possono essere accorpate tra di loro.
  • Le dimensioni dei file Javascript, CSS e (x)HTML, comprimendoli quando necessario.

Ultimi accorgimenti

Nonostante non siano requisiti indispensabili per il successo di un sito web, ti consiglio infine di prendere in considerazione:

  • La personalizzazione della pagina di errore 404 (file non trovato) in modo da offrire all’utente la possibilità di scegliere un contenuto alternativo o di tornare facilmente alla pagina principale del sito.
  • La creazione di una favicon che possa facilmente identificare il sito.

Conclusioni

In questa lezione abbiamo visto quali sono i controlli da eseguire prima di lanciare il sito online, in modo da accertarci di non aver tralasciato proprio nulla.

Tempo fa, su un sito americano, avevo trovato un elenco con i principali accorgimenti da tenere in considerazione; a tal proposito ho deciso di realizzarne una anch’io sulla base degli argomenti affrontati in quest’articolo e di condividerla con te. Potrebbe tornarti molto utile durante la fase di verifica finale.

Se pensi che possa aver tralasciato qualcosa segnalalo tramite i commenti di quest’articolo, così mi aiuterai a mantenere questa lista in costante aggiornamento.

Download

Considerazioni finali

Con questa lezione ha ufficialmente fine la nostra guida completa alla realizzazione di un sito: insieme abbiamo affrontato il lungo processo che va dal primo incontro con il cliente alla messa on-line del sito. E’ stato un lavoro duro ma siamo certi di aver dato il massimo in ogni fase.

Anche se alcuni argomenti – come per esempio l’indicizzazione – a causa della loro vastità e complessità sono stati trattati solo superficialmente, non preoccuparti: è nostra intenzione continuare a realizzare articoli più mirati, con ulteriori approfondimenti su diversi aspetti di questa guida.

Gli altri articoli di questa guida:

  1. Come capire le esigenze del cliente al primo incontro?
  2. Come calcolare costi e tempi di consegna di un progetto web evitando di scrivere cifre insensate?
  3. Come evitare futuri ripensamenti da parte del cliente?
  4. Come sviluppare e organizzare la struttura di un sito web?
  5. Come trovare l’ispirazione e disegnare il layout di un sito web?
  6. Come presentare la bozza grafica al cliente?
  7. Come realizzare le pagine interne dopo l’accettazione della bozza?
  8. Come esportare un psd in xhtml e css senza perderci la ragione? (parte1) (parte 2)
  9. Come indicizzare un sito senza essere degli esperti SEO? (parte 1) (parte 2)
  10. Come assicurarsi di non aver commesso errori prima di lanciare il sito online?
Master per Web Designer Freelance
In tutti questi anni abbiamo ricevuto centinaia di richieste di approfondimento sulle numerose tematiche del web design vissuto da freelance. Le abbiamo affrontate volta per volta. Ma ci siamo resi conto che era necessario fare qualcosa di più. Ecco perché è nato One Year Together, un vero e proprio master per web designer freelance che apre finalmente le porte al mondo del lavoro.
Scopri One Year Together »
Tag: , ,

L'autore

Nando è fondatore di Edi Group, società di Comunicazione e Formazione fondata nel 2005. È inoltre Trainer Microsoft e docente di Webdesign con anni di esperienza, anche in qualità di progettista, in corsi di Formazione Professionale regionali e privati. È stato speaker in diverse prestigiose conferenze, anche per conto di Microsoft Italia. Tiene abitualmente corsi di formazione presso le aziende. È autore di diversi libri sul Web Design, in italiano ed inglese. +

Sito web dell'autore | Altri articoli scritti da

Articoli correlati

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli:

14 commenti

  1. Luca

Trackback e pingback

  1. Dal Template Photoshop al Codice HTML CSS: Super Aggiornamento | Fedeweb
    [...] Come assicurarsi di non aver commesso errori prima di lanciare il sito online? [...]
  2. uberVU - social comments
    Social comments and analytics for this post... This post was mentioned on Twitter by nando_p: RT @tweetmeme Come assicurarsi di non …
  3. Dal Template Photoshop al Codice HTML CSS: Ecco Come Fare | Fedeweb
    [...] Come assicurarsi di non aver commesso errori prima di lanciare il sito online? [...]
  4. Come indicizzare un sito senza essere degli esperti SEO? Parte 1 | Your Inspiration Web
    [...] Come assicurarsi di non aver commesso errori prima di lanciare il sito online? …
  5. Come trasformare un psd in (x)html e css senza perderci la ragione? Parte 1 | Your Inspiration Web
    [...] Come assicurarsi di non aver commesso errori prima di lanciare il sito online? …
  6. Come realizzare le pagine interne dopo l’accettazione della bozza? | Your Inspiration Web
    [...] Come assicurarsi di non aver commesso errori prima di lanciare il sito online? …

Lascia un Commento

Current day month ye@r *